Risultati del weekend 28/29 gennaio 2018

Ancora una giornata faticosa per i nostri colori, a parte le due brillanti vittorie in U14 e una vittoria di misura in U16, a controbilanciare la sconfitta della U16 élite. Cadono ancora U18, Seniores di serie B e squadra UISP (quest’ultima in una combattutissima amichevole con la Unione Avvocati Rugbisti, praticamente la “nazionale italiana del diritto”). Forza AU, siamo capaci di fare molto meglio di così, rialziamo la testa!

 

Under 14

Rugby Bergamo 1950 1 – Amatori Union Rugby Milano 1 0-86 (mete 0-14)
Rugby Bergamo 1950 2 – Amatori Union Rugby Milano 2 0-39 (mete 0-7)

Trasferta a Bergamo per le nostre due compagini U14: sabato sera al calare del sole hanno affrontato due squadre del Rugby Bergamo. In entrambe le sfide abbiamo avuto la meglio con risultati rotondi che non danno adito ad interpretazioni; partite mai in discussione, partite a senso unico. Anche questo weekend è messo in cascina, avanti ragazzi, mai abbassare la guardia e lavorare, sempre!

Under 16

Élite: Junior Rugby Brescia – Amatori Union Rugby Milano       15-12 (mete 3-2);  qui e anche qui (per client filtrati da proxy) le foto di Max Lazzerini
Girone 5: FTGI Rugby Ticinensis – Amatori Union Rugby Milano    24-26 (mete 4-4)

Partita élite – La trasferta a Brescia per la U16 AU che milita nel campionato élite arriva a conclusione di una settimana difficile. I tanti infortuni hanno portato a tante indisponibilità. Si va a Brescia con pochi giocatori pronti a subentrare a partita in corso, soprattutto nessun trequarti. Forse con l’obbiettivo di mettere fieno in cascina, prevedendo un calo con il passare del tempo, iniziamo la partita con buon piglio, impostando un bel gioco veloce. Dopo pochi minuti dall’inizio facciamo meta. 7-0 Per venti minuti abbondanti restiamo nella metà campo del Brescia. Qualche errore, e indisciplina nel difendere il possesso in ruck, ci impediscono di concretizzare. Il Brescia, rincuorato dall’aver subito poco, si organizza. Il rapido gioco alla mano ad allargare, e la velocità delle ali porta il Brescia in meta due volte. Il primo tempo si conclude sul 7-10. E’ necessaria una scossa. Il secondo tempo inizia bene, come era iniziato il primo. Andiamo in meta. Siamo 12-10 Da qui in poi la partita è equilibrata. Continuiamo a fare errori, e a difendere senza disciplina il possesso. I ragazzi del Brescia sono schierati in campo molto bene. Riescono ad andare in meta. La partita, dopo un’interruzione di alcuni minuti, per problemi all’illuminazione, si conclude con la vittoria meritata per il Brescia: 15-12. Ora due settimane per preparare la partita con il Viadana. Sperando di recuperare qualche infortunato, e anche un po’ di energie, soprattutto nervose. Alè AU!

Partita girone 5 – Ancora vittoriosa la territoriale U16: l’anno “piccolo” della categoria, ancora una volta soffre, si rialza e va a vincere nel finale con avversari come al solito più fisicati. La squadra è entrata in campo un po’ molle e timorosa, aveva di fronte una squadra non particolarmente dotata tecnicamente ma di peso maggiore e più reattiva di noi sui punti d’incontro. Si son rivisti alcuni problemini come la scarsa efficacia nei placcaggi: chiudiamo il primo tempo sotto e con un netto predominio territoriale dei nostri avversari. Come spesso capita nel secondo tempo grazie ad un calo fisico degli avversari (nel primo tempo ci avevano messo duramente sotto pressione) recuperiamo il piglio giusto e riusciamo a far valere la nostra superiorità tecnica, sfruttiamo di più il gioco al piede e concretizziamo una splendida rimonta. Complimenti a tutti e anche ai nostri avversari che hanno messo in campo una grande intensità. Forza AU!

U16 Brescia 2

(in questa foto di Max Lazzerini, la U16 élite a Brescia)

 

Under 18

Amatori Union Rugby Milano – A.S.R. Milano 15-27 (mete 3-5)

 

Seniores

Serie B: Rugby Piacenza – Amatori Union Rugby Milano 22-5 (mete 4-1)
Amichevole UISP: Amatori Union Rugby Milano – Unione Avvocati Rugbisti 5-12  (mete 1-2)

Serie B: sembra che i ragazzi si siano “abituati” a perdere partite, ed entrino in campo con poca fiducia nei propri mezzi. In questo modo però si finisce per subire a freddo gli avvii sprint degli avversari: è successo anche questa domenica, come se ci fossimo dimenticati quanto sia efficace aggredire da subito gli avversari e costringerli a inseguire (era una nostra specialità, ricordate?). Anche oggi ci siamo trovati a dover rincorrere, ma i tentativi di rimonta si sono presto arenati per sfiducia, dispersività in attacco (le solite mete sfumate sulla linea), oggettiva difficoltà ad alzare il ritmo, soprattutto a causa della ossessiva frequenza di mischie (e di reset delle medesime) da cui siamo stati ulteriormente penalizzati. Occorre spazzare via la rassegnazione che ha preso piede soprattutto in queste due ultime partite, e recuperare lo spirito corsaro che aveva contraddistinto tante prestazioni, a prescindere dal risultato (per esempio ancora di recente contro Biella). Rispettiamo tutti i nostri avversari, ma ricordiamo che all’andata abbiamo messo in difficoltà, talvolta per tre quarti del match, anche le squadre più forti del girone: non ci sono marziani, ci sono avversari da affrontare con fiducia nei propri mezzi. Andiamo ragazzi, il campionato è ancora molto lungo e possiamo ribaltare tanti risultati del girone di andata, in cui abbiamo raccolto meno del seminato. L’importante è poter uscire dal campo senza rimpianti!

Amichevole UISP: scherzosamente potremmo dire che gli avvocati si sono dimostrati molto forti non solo con le parole, ma anche nei placcaggi e nelle ruck, e ce le hanno suonate. La partita è stata “maschia” e vera, a riprova del fatto, ben noto, che nel rugby in realtà NON ci sono partite amichevoli. Tutto però all’insegna della legalità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *