I nostri ragazzi crescono

Anche i test match di giugno hanno portato gioie e dolori alle nostre nazionali, ma hanno messo in luce le qualità dei nostri ragazzi: intendiamo Maxime Mbandà, flanker di grande intelligenza rugbistica e in breve divenuto una delle colonne portanti della nazionale maggiore, regolarmente tra i migliori in campo; Simone Ferrari, pilone destro in cui molti vedono già l’erede di Castrogiovanni; e Alberto Rollero, tallonatore dell’Under 20 entrata di forza, con un gioco brillante e moderno, tra le prime otto ai mondiali di categoria appena conclusi in Georgia.

Simone, che nel test match con l’Australia ha sgretolato entrambi i diretti avversari nelle mischie chiuse (anche grazie a lui tornate ad essere un punto di forza della nostra squadra) ha rilasciato una bella intervista alla Gazzetta dello Sport, in cui ricorda i suoi primi passi nel rugby targato Amatori Junior: tra gli allenatori da cui riconosce di aver imparato a giocare a rugby e a ingaggiare in mischia, non poteva mancare Luciano Docinto, il Doc, uno dei nostri allenatori più carismatici e più amati da intere leve di nostri giocatori. E allora, insieme ai complimenti per i nostri tre splendidi ragazzi, cogliamo l’occasione anche per un’affettuosa pacca sulla spalla al nostro grande Doc, in attesa di una buona birra insieme!

Qui l’intervista a Simone Ferrari

?????????????????????????????????????????????????????????

A sinistra

Simone,Alberto Rollero

 

 

a destra Alberto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rugby Union - Australia v Italy - Rugby International - Suncorp Stadium, Brisbane, Australia - 24 June 2017 - Australia's Israel Folau runs with the ball. AAP/Dave Hunt via REUTERS ATTENTION EDITORS - THIS PICTURE WAS PROVIDED BY A THIRD PARTY. NO RESALES. NO ARCHIVES. AUSTRALIA OUT. NEW ZEALAND OUT.

 

Sopra: Maxime in azione contro l’Australia. Sotto: il Doc

 

 

SONY DSC

 

2 thoughts on “I nostri ragazzi crescono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *