Risultati del weekend 4-5 maggio 2019

Finale di stagione intensissimo: in undici giorni ben sei appuntamenti col rugby per i nostri colori, dal 25 aprile, passando per il 27-28 aprile e il 1° maggio fino a questo weekend 4-5 maggio. E per di più grande rugby, in barba al meteo poco propizio: ancora bellissime esperienze nel minirugby, la Under 14 ottiene un prestigioso (e umido…) terzo posto al Superchallenge di Noceto, la Under 18 vince il barrage di accesso ai playoff interregionali.

 

Under 6

Torneo Internazionale Minirugby 6 Nations Vimercate
Girone:
AU -Sesto 5-1
AU -Fennec 8-1
AU -Dragoni 5-1
Finale 1°/2° posto:
AU -ASR 7-1

Buona domenica!  Sabato mattina alle 8:45 i nostri atleti under 6 sono tutti pronti sotto il tendone, alle 9 ci attende il campo per la cerimonia di apertura del torneo. La giornata si apre con nuvole e qualche goccia di pioggia, ma per fortuna poi il tempo lascerà spazio ad una meravigliosa giornata. Già uscendo dal tendone l’emozione è forte, si vedono sventolare tantissime bandiere di diverse nazioni e si sentono cori festosi e rulli di tamburi. Prima di entrare in campo tutte le squadre under degli amatori si riuniscono per darsi la carica e cantare a squarciagola l’inno degli AU. Forza ragazzi! Siamo pronti per entrare in campo. La banda di Vimercate suona l’inno di tutte le nazioni presenti e gli atleti cantano in coro. Partecipano al torneo Italia, Inghilterra, Irlanda, Svizzera, Cecoslovacchia, Scozia, Francia, Germania, Ucraina, Ungheria e Polonia. Alla fine è il turno dell’inno d’Italia e la cerimonia si chiude con un lancio di palloncini tricolori. Finalmente si gioca! L’Under 6 gioca in due gironi, noi siamo nel girone B e giocheremo 3 partite. I nostri avversari sono nell’ordine Sesto, Fennec e Sempione. Giochiamo concentrati e carichi. I nostri campioni sono attenti e controllano il gioco, portando a segno una meta dopo l’altra. Placcano senza risparmiarsi, gli amatori sono grintosi e non ce n’è per nessuno. Vinciamo tutti gli incontri e arriviamo primi nel nostro girone. Ci attende poi la finale con la squadra di ASR Milano, vincitrice del girone A. L’adrenalina sale, gli atleti si schierano in campo e via! Finale combattuta, ma i nostri eroi chiudono da vincitori anche questo match. Siamo i vincitori del torneo under 6! I bimbi sono felicissimi, emozionati, urlano di gioia! Tutti di corsa sotto il tendone per un gustosissimo terzo tempo e poi vengono consegnate le medaglie ai nostri orgogliosissimi campioni. Nel pomeriggio c’è spazio per giocare sui gonfiabili e divertirsi tutti insieme. Un enorme ringraziamento a tutto lo staff presente, a Ruben Alessandro e Giuliana, sempre preziosi. Complimenti campioni e sempre forza Amatori Union!! AU AU AU!!! (Cristina, mamma di Raoul)

IMG-20190504-WA0022IMG-20190504-WA0009IMG-20190504-WA0030

 

 

Under 10

Torneo Nazionale 6 Nations a Vimercate
AU – Bergamo 6-0
AU – Zug B. 1-1
AU – Stade Nicois 0-2
AU. – RPS. 3-1
AU Bristol. 3 – 1
AU 5^ classificata

qui le foto di Francesco Torregrossa

Screenshot_20190504_182737 Screenshot_20190504_191523

Torneo Rugby nei parchi:
AU Bianca -CUS Milano 4-3
AU Nera – Rho 4-4
AU Bianca – Rho 8-1
AU Nera – Rho Rossa 4-5
AU Nera – AU bianca 2-3
AU Nera CUS Milano Blu 3-3
AU Bianca – Rho Rossa 5-4

qui le foto di Davide Trombella

 

Under 12

Sabato 04/05/2019 – Torneo 6 Nations Vimercate.

Il ritrovo di oggi alle 8,45 è a Vimercate per il Torneo 6 Nazioni organizzato dalla società de I Pirati, la giornata piovosa. Abbiamo la possibilità di confrontarci con squadre di altri paesi, Inghilterra, Irlanda, Ucraina, Germania, Repubblica Ceca, Svizzera, Ungheria. Prima dell’inizio del torneo ci troviamo con tutti i partecipanti nel campo principale, che sarà il nostro di gioco, per ascoltare gli inni nazionali dei paesi presenti, discorso del sindaco, benedizione del prete e si parte. Il nostro girone A è composto oltre che da AU dalla squadra di casa I Pirati, gli ucraini del RK Antares e gli inglesi del Rosslyn Park FCA. La prima partita è con gli ucraini, non conoscendoli non sappiamo come giocano, ma i nostri atleti capiscono subito che giocando come sanno possono batterli senza problemi e così è stato, risultato finale AU – RK Antares 5-0. Si riposa una partita ed eccoli ad affrontare gli inglesi del Rosslyn; bellissima partita, combattuta, gioco corretto da entrambe le parti, riescono a mantenere l’attenzione e giocano su tutte le palle. Risultato finale AU – Rosslyn Park FCA 2-2. Neanche il tempo di prendere fiato e giochiamo l’ultima partita del girone di qualificazione contro I Pirati. I ragazzi non si fanno demoralizzare dal pareggio e intimidire dai padroni di casa, giocano con la convinzione di poter vincere e così fanno, risultato finale AU – I Pirati 3-1. Finiamo di giocare e andiamo a mangiare senza sapere la nostra posizione in classifica, le partite del pomeriggio inizieranno alle 14,30 e i ragazzi hanno più di 3 ore di pausa, che passano in palestra a rilassarsi e visto che il sole ha deciso di presentarsi, agli stand delle associazioni di volontariato presenti a giocare a tiro a segno con le latte. Nella pausa ci comunicano che siamo arrivati primi nel nostro girone e nel pomeriggio giocheremo le prime 4 posizioni. Ore 15,15 ci chiamano in campo per giocare contro la prima classificata del girone D il Seregno, che avevamo già incontrato, purtroppo perdendo, al nostro torneo presso l’Iseo. Filippo carica i ragazzi che nonostante la lunga sosta non hanno perso la concentrazione e la voglia di giocare. Fischio di inizio, il Seregno è una squadra arcigna con alcuni giocatori che fisicamente sono più grandi dei nostri, ma questo non li intimorisce, combattono tengono bene la difesa e salvano la meta in diverse occasioni; poi decidono che è arrivato il momento di attaccare, così fanno e vincono AU – Seregno 2 – 0. Andiamo in finale, il derby è servito, l’altra finalista è ASR Milano. Il capitano carica i suoi compagni, sono pronti. Inizia la partita, il nostro gioco è più fisico, il loro più improntato sulla velocità, riescono a contenerli ma poi loro trovano un varco e segnano. I nostri giocatori non si fanno prendere dallo sconforto, ma una distrazione difensiva permette agli avversari di andare ancora a segno. In altre occasioni avrebbero ceduto, ma questa volta la voglia di giocarsela è più forte e accorciamo le distanze. Nonostante l’impegno e la grinta non è sufficiente, il gioco di ASR risulta essere più incisivo e subiamo la terza meta; risultano finale AU – ASR 1 – 3. I ragazzi sono comunque contenti, hanno la consapevolezza di aver dato il massimo e finire al secondo posto in un torneo internazionale è un ottimo risultato. Vengono premiate le società partecipanti e al grido di AU i ragazzi vanno a ritirare il premio. Sono le 17,30 si torna a casa, stanchi ma felici del risultato ottenuto. (Paola). Qui le foto di Massimo Baccolini

Torneo Rugby nei parchi

Graziati dal meteo raggiungiamo i cugini del CUS per partecipare alla iniziativa del “Rugby nei Parchi”, manifestazione pensata nei parchi pubblici per avvicinare i bambini al mondo del rugby. Ritrovo alle 13,30, i genitori ne approfittano anticipando l’orario e concedendosi un bel picnic con i ragazzi; alle 15 iniziamo gli incontri con Il Rugby Rho e con il CUS, perdiamo con il Rho , lottiamo con più grinta con il CUS ma purtroppo anche questa partita andrà persa. Inizia il girone di ritorno e riusciamo a fare solo l’incontro con il Rho senza vincere, e poi tutti alla merenda per “time out” dato dalla organizzazione. La consueta generosità nell’organizzare terzi tempi e picnic permette un giro finale di panini imbottiti e torta per tutti, comprese le altre Under (un simpatico evento AU all’ interno della manifestazione), e poi tutti a casa.

20190504_153725

Under 14

La nostra squadra alla tappa di Noceto del circuito Superchallenge, in condizioni infernali da rugby epico di altri tempi,  ottiene uno splendido terzo posto!

Qui le foto di Marco Bertossi

Immagine 472 Immagine 512 Immagine 535 Immagine 626 Immagine 712 Immagine 470

Under 16

Girone 1: Rugby Brescia -Amatori Union Rugby Milano    33 – 12  (mete 5-2)

Girone 5: Amatori Union Rugby Milano – Volpi Viscontee    24-19 (mete 4-3)

Cronaca della partita del girone 1 – Ultima trasferta del campionato U16 del girone 1 per i nostri ragazzi, andiamo a Brescia, a fare visita alla seconda in classifica, alla squadra che occupa il gradino superiore al nostro, con velleità oggettive di vincere ancora il campionato e conquistare le finali nazionali. Diciamo subito che i nostri non interpretano la gara in maniera adeguata, sin dall’inizio l’atteggiamento appare rinunciatario, la testa è rimasta negli spogliatoi. Di contro i nostri avversari, sicuramente una bella squadra organizzata e preparata, giocano un bel rugby e in campo fanno quello che vogliono, tre mete trasformate in venti minuti, sono la dimostrazione di quanto sopra. AU con uno scatto di orgoglio va in meta e accorcia le distanze, distanze che alla fine del primo tempo rimangono sensibili, 21 a 7. Il secondo tempo ricalca la linea marcata del primo, riusciamo ad andare in meta con un’azione insistita e ben gestita, dopo di che i nostri avversari sono ancora padroni del campo e chiudono meritatamente vittoriosi l’incontro 33 – 12. È mancata la testa, la convinzione di potercela fare. C’è una buona notizia però, stante i risultati sugli altri campi, la nostra U16, rimanendo così le formule dei campionati, si è assicurata la permanenza nel campionato élite anche il prossimo anno per diritto acquisito, essendo nelle prime quattro classificate del corrente torneo, risultato ottenuto con una giornata di anticipo. Obbiettivo raggiunto, grandi ragazzi!! È un grande risultato, come è un grande risultato quello della squadra territoriale che ha finito il campionato quinta in classifica. È stato un anno logorante, caratterizzato da tanti infortuni, ma non possiamo abbassare la guardia. Sabato prossimo va in scena al Crespi il derby per l’ultima di campionato, AU vs ASR e sarà ancora battaglia. Qui le foto di Marco Bertossi, qui le foto di Alberto Belotti

U16 Brescia

Cronaca della partita del girone 5 – Il campionato U16 territoriale prevede l’ultima partita per i “Cadetti” U16, in casa, con la franchigia “Volpi Viscontee”. Come già successo spesso ci troviamo di fronte ad un avversario che ha giocatori mediamente fisicamente superiori, con una maggior esperienza nella categoria. Le Volpi iniziano forte, determinati, ben schierati, giocano rapidamente alla mano, vanno subito in meta. Il rischio è di prendere un’imbarcata come nella partita precedente, la situazione è molto simile, invece non ci demoralizziamo, andiamo di la, costruiamo, e andiamo in meta. Le Volpi ricominciano a costruire. Difendiamo ben schierati, ma non avanzanti. Ovvia conseguenza è che le Volpi avanzano inesorabili. e vanno in meta. Il gioco resta in mano alle Volpi. Difendiamo con ostinazione, non concediamo spazi, anzi, con un ribaltamento di fronte andiamo in meta. Il primo tempo finisce 12-12 (mete 2-2). Il secondo tempo inizia come si è concluso il primo. Le Volpi costruiscono e vanno subito in meta. Da questo momento, però qualcosa cambia. Iniziamo a difendere con più determinazione. La difesa ben schierata è anche avanzante. Siamo aggressivi sui punti d’incontro, e mettiamo pressione ai mediani delle Volpi. Riusciamo a non fargli costruire gioco, e spesso recuperiamo palloni. Difendendo entriamo nei ventidue avversari, recuperiamo la palla, e andiamo in meta. Due volte. La partita è intensa. Alcune decisioni dell’arbitro lasciano perplessi. I giocatori AU, pur non condividendo, hanno la capacità di adeguarsi, accettare e pensare solo a giocare. Le Volpi invece si innervosiscono, protestano, si lamentano, smettono di giocare di squadra e cercano iniziative individuali. Per AU diventa meno difficile difendere, anzi. Faremmo anche un’altra meta, se la palla non scivolasse appena prima di essere schiacciata in meta. Gli ultimi minuti si giocano con possesso sterile alle Volpi. La partita termina 24-19 (mete 4-3). Carattere, serenità, lucidità, voglia di giocare, disciplina. Questa è stata la partita di oggi. Alè AU ! (Davide)

Under 18

Rugby Mantova – Amatori Union Rugby Milano   25-19   (mete 3-3)
Dopo più di un mese di pausa l’Under 18 gioca il preliminare di accesso ai Play Off Interregionali. Giochiamo con il Mantova, su campo neutro a Rovato. E’ una giornata quasi invernale, fa freddo e c’è vento. Per fortuna non piove. Siamo concentrati. la partita è sentita. Iniziamo bene, ma il Mantova difende bene, recupera palla, avanza, e con una penetrazione va in meta. La partita per noi inizia adesso. Da questo momento, per tutto il primo tempo gestiamo noi. Siamo schierati bene, giochiamo alla mano, facciamo viaggiare il pallone. Mettiamo in difficoltà il Mantova. Fallo per noi, andiamo per pali. La palla resta a noi. Azione alla mano e andiamo in meta. Il Mantova per limitarci perde un po’ di disciplina. Andiamo a giocare una touche a dieci metri dalla linea di meta. Maul e meta. Continuiamo a gestire il gioco. Torniamo nei ventidue avversari. Il primo tempo sta per finire. Abbiamo un fallo, e andiamo per pali. Il primo tempo si conclude sul 18-7 (mete 2-1). Iniziamo bene anche il secondo tempo e andiamo subito in meta, con bella penetrazione individuale. Siamo 25-7 ma manca quasi tutto il secondo tempo. Il Mantova è una buona squadra, come noi è arrivata fino a qui e non ci sta a mollare. Si riorganizzano e ripartono determinati a recuperare. La nostra intensità ha un lieve calo. In venti minuti subiamo due mete. Siamo ancora in vantaggio, ma siamo sotto break. È  indispensabile dare una nuova svolta alla partita. Smettiamo di difendere passivamente, anzi avanziamo. Passiamo gli ultimi dieci minuti nella metà campo del Mantova. Non concretizziamo, ma siamo lucidi e disciplinati. Non concediamo falli, e non permettiamo agli avversari di entrare nella nostra metà campo. La partita termina 25-19 (mete 3-3). Accediamo ai quarti di finale dei Play Off Interregionali. Ci aspetta la doppia sfida con l’Ivrea (girone Liguria-Piemonte). Alè AU!  (Davide) – Qui e qui le foto di Max Lazzerini

AI1A6492 AI1A6416 AI1A6409

Seniores

Amatori Union Rugby Milano – Chef Piacenza Rugby 31-45   (mete 5-7)

Ancora una partita sconcertante per i nostri, l’ultima in casa di questa oscillante stagione. Pienamente in partita sul 12-12 alla fine di un primo tempo, in cui il divario di classifica tra la quarta e la terzultima del girone non si è proprio visto, i nostri “decidono” (?) di lasciare la testa (e qualcuno anche il resto) fuori dal campo nella ripresa. Risultato, venti minuti inguardabili, alla pari con certe partite o spezzoni di partita buttati direttamente a mare (per esempio Sondrio, Varese, Lecco, per citare solo le più recenti), con l’avversario di turno che sentitamente ringrazia e incamera mete su mete senza fatica. Poi qualcosa si risveglia (forse un barlume di orgoglio?), e nel finale accorciamo un po’ le distanze, certo troppo tardivamente per pensare di poter ribaltare un tabellino ormai irrimediabilmente compromesso. E così incassiamo l’ennesima sconfitta di stagione, confermando la difficoltà a mantenere alte  motivazione e lucidità mentale per 80′. Davvero un peccato, perché – non ci stancheremo mai di ripeterlo – gran parte delle sconfitte non è maturata per manifesta inferiorità fisica, tecnica o tattica, ma per una fragilità emotiva su cui ci sarà molto da lavorare. Il dato positivo è che l’accresciuta frequenza del turnover in questo girone di ritorno ha permesso di accumulare tempo di gioco a molti giocatori poco o niente utilizzati nella prima parte del campionato, con presumibili benefici effetti sul consolidamento di un’esperienza di gioco condivisa in una cerchia più ampia di giocatori. Ora ci aspetta l’ultima giornata di campionato, a Bergamo, dove sarà importante ricordare che le vacanze arrivano dopo la fine della stagione!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *