Risultati del weekend 20-21 ottobre 2018

Grande weekend di rugby, con tutte le nostre categorie già pienamente sotto pressione per i rispettivi impegni, in casa e in trasferta. Domenica mattina al Crespi torneo U12 con la presenza di un ospite d’eccezione, Salvatore Perugini, fino a pochi anni fa una delle colonne di un pack azzurro temuto e rispettato anche dalle maggiori potenze del rugby mondiale, e da due anni vicepresidente FIR. Perugini, che è anche un interlocutore brillante e simpatico, ha risposto alle domande dei nostri scatenati ragazzini, come vedete qui, e alla più pacata intervista di Paolo Ghioni, che trovate qui. Lo ringraziamo per essere stato con noi in questa splendida giornata di rugby!

 

Perugini al campo

Nella foto sopra Salvatore Perugini, Vicepresidente della Federazione Italiana Rugby ed ex pilone della nazionale italiana, con Michael Cagnoni (allenatore squadra seniores), Renato Benedetti (Presidente AU) e Alessandro Morosi (allenatore U14).

 

Under 6

Parma, torneo Ortolina

Gussago –  AU       0-9
AU – Rugby Parma 2    11-0
AU – Valorugby        9-1
Finale per 1 e 2° posto
ASR – AU     2-4

Domenica 21 ottobre alle ore 8.30, ritrovo a Parma, al campo Giuseppe Bianchini, XV Torneo Ortolina, per i piccoli rugbisti U6 AmatoriUnion Milano. Ad attenderli davanti allo spogliatoio ci sono Alessia e Giuliana che consegnano le maglie da gara. È il primo torneo nazionale della stagione, ma i nostri nanetti non sembrano sentirne la pressione: si scaldano i muscoli seguendo col sorriso le indicazioni di Alessia e verso le 9.40 il fischio di inizio della prima partita contro il Gussano. 9 mete e nessuna subita. Dopo quindici minuti, la seconda partita contro il RugbyParma2: 11 mete a zero. Il tifo dei genitori milanesi è caloroso e arriva la terza vittoria contro il Valorugby. I piccoli ma determinati U6 sono in finale contro l’ASR. Tra implacabili placcaggi e mete sudate, hanno la meglio e la gioia di tutti, grandi e piccini, è incontenibile! Alle 13 la premiazione con la rituale consegna delle medaglie e poi tutti insieme a bordo campo a tifare le altre categorie. Sempre forza AU!!! (Valeria)
Qui le foto di Massimo Baccolini, qui ulteriori foto di Francesca Buffardi

Parma, U6 concentrazione

Under 8

Torneo di Parma
AU – Petrarca 3-0
AU – Noceto 4-1
AU – Valorugby 1 9-0
Gussago – AU 0-6
Rugby Parma – AU 0-9
AU – Viadana 2-2

Finale 1/2 Posto
AU – ASR 0-4

XV Torneo Ortolina – Splendida giornata di fine Ottobre all’insegna del divertimento e della palla ovale, siamo ospiti del Rugby Parma FC per prendere parte alla XV edizione del Torneo Ortolina. La manifestazione è un immancabile appuntamento autunnale che riunisce importanti Società del panorama rugbistico del centro e nord Italia e quest’anno vede la partecipazione di 13 club, per un totale di 55 squadre e circa 800 bambini. Ci troviamo alle 8:30 presso l’impianto sportivo intitolato allo storico presidente della Società Parmigiana Giuseppe Banchini e puntualmente affidiamo I piccoli atleti alle esperte mani di Franz e alle immancabili attenzioni di Martina, Ale e Sandro. Il concentramento Under 8 prevede due gironi da sette squadre per incontri da 6 minuti:
GIRONE A: Rugby Parma 1, Valorugby 2, Colorno, Parco Sempione, ASR Milano, Amatori Parma, Gispi Prato.
GIRONE B: Noceto, Gussago, Petrarca, Amatori Union Milano, Viadana, Rugby Parma 2, Valorugby 1.
Amatori Union Milano – Petrarca: 3-0. Iniziamo subito contro una delle teste di serie del girone. La pluriblasonata Società veneta vanta una tradizione rugbistica di grande prestigio e servirà subito la migliore prestazione per non essere sopraffatti dal loro gioco fisico e avvolgente. La partita si dimostra subito molto dura, il ritmo è intenso e la pressione a centro campo e fortissima; i nostri appaiono concentratissimi coprendo bene gli spazi e pressando in linea compatti, i piccoli guerrieri del Petrarca non trovano spazio ed ogni volta che provano ad uscire dalla mischia si trovano prontamente placcati. Quello che ci colpisce è la sintonia con Franz che sembra dirigerli come un’orchestra, guadagniamo metro su metro concedendo davvero poco e alla fine il duro lavoro viene ricompensato: troviamo tre mete una più bella dell’altra tutte tremendamente sofferte. Portiamo a casa una vittoria meritata contro un avversario fortissimo che fa morale e ci fa partire con il vento in poppa.
Amatori Union Milano – Noceto: 5-1. La squadra emiliana parte bene e passa subito in vantaggio; i nostri praticamente immobili. La meta subita è una doccia fredda che sembra destare i pargoli da uno stato di innaturale torpore. Opportunamente stimolati dalle “parole” di incoraggiamento di Franz simili a strali che squarciano il cielo, i piccoli guerrieri ritrovano concentrazione e ordine in campo e, ripartendo dalla pressione sull’avversario, avanzamento in linea e sostegno, trovano il meritato pareggio. Il gioco è fatto, gli Amatori sembrano avere trovato la chiave di lettura della partita e una dopo l’altra realizzano altre quattro mete regalandoci una bella vittoria e strappando applausi a scena aperta
Amatori Union Milano – Valorugby 1: 9-0. E’ il turno della squadra di Reggio Emilia ma il copione non cambia, i nostri sono una miscela di concentrazione, determinazione e grinta. Le indicazioni di Franz tuonano dall’alto come sacri comandamenti e i nostri piccoli fedeli seguono ciecamente i suoi precetti. Il risultato è ottimo e abbondante
Amatori Union Milano – Gussago: 6-0. Il torneo è lungo e non bisogna perdere il focus. Franz è bravissimo a tenerli sul pezzo durante le pause fra un incontro e l’altro e contro il Gussago cominciano esattamente dove avevano terminato con il Valorugby. Il gioco è fluido e l’azione si sviluppa in modo armonico e corale. La pressione dei nostri mette chiaramente in difficoltà gli avversari e il risultato finale li premia ancora.
Amatori Union Milano – Parma 2: 10-0. Incontriamo la seconda squadra dei padroni di casa e i nostri dimostrano ancora una volta un’ottima tenuta mentale, animati dal sacro fuoco della passione e dagli incitamenti di Franz. Con ordine e metodo chiudono la partita senza mai soffrire.
Amatori Union Milano – Viadana: 2-2. Ultimo scontro del Girone contro il Viadana, partita difficilissima. Il Viadana ha vinto tutte le partite finora disputate tranne quella contro il Petrarca dominando in lungo e largo, dimostrandosi una formazione molto fisica e difficile da penetrare. È imperativo categorico non perdere, la sconfitta metterebbe a rischio il primo posto nel girone perché ci troveremmo a pari punti con Petrarca e Viadana affidando alla differenza mete il primato del girone. Come previsto, lo scontro è molto duro, i nostri avversari sono rocciosi ed gli Amatori soffrono la loro fisicità. Dopo un serrato combattimento a centro campo subiamo la prima meta; i nostri non mollano dimostrando una tenacia commovente e, con un lento ma inesorabile lavoro di pressione sull’avversario conquistano il meritato pareggio. I sei minuti dell’incontro sembrano interminabili, Franz è abile a gestire i cambi e mettere forze fresche in campo per far recuperare i guerrieri più ammaccati. Purtroppo non basta e sfruttando un nostro momento di calo di attenzione il Viadana conquista una preziosa meta. La partita sembra compromessa quando accade l’inaspettato: azione prolungata in pressione nella trequarti avversaria, un lampo, un’intuizione, un guizzo e con stupore e tripudio generale riusciamo a schiacciare la palla oltra la linea di meta avversaria proprio allo scadere del tempo di gioco. Pareggio soffertissimo, lividi e contusioni a profusione ma il primo posto del girone è assicurato. Bravi davvero!
Amatori Union Milano – ASR Milano: 0-4. La finale è un derby tutto milanese con gli amici dell’ASR; e come tutti i derby che si rispettino la tensione è altissima. Sugli spalti le famiglie intonano a squarciagola cori di incoraggiamento facendo a gara a chi si fa sentire di più ed sempre bello vedere come nonostante la accesa rivalità prevalga sempre il rispetto reciproco. La partita si gioca alle 14:00 con un tempo unico di 8 minuti e tutti siamo curiosi di vedere come scenderanno in campo i nostri piccoli guerrieri e se riusciranno a tenere alta la concentrazione dopo la lunga pausa del pranzo senza accusare cali di tensione. La partita, come prevedibile, è combattutissima fin dalle prime battute, entrambe le squadre vogliono fare bene e non si risparmiano per dimostrarlo. La pressione è forte da entrambe le parti ed è difficile guadagnare metri di campo. I nostri sembrano subire il gioco grintoso ed ordinato dei biancorossi e dopo un ennesima azione di sfondamento avversaria subiamo la prima meta. La reazione non si fa attendere ma troviamo un avversario solido e preparato, le nostre sortite non producono gli effetti desiderati e paghiamo salatamente un attimo di disattenzione prendendo un’altra meta. Resta emozionante la prova di orgoglio dei nostri che fino all’ultimo secondo non mollano la presa cercando la meta della bandiera che purtroppo non arriva. La partita finisce quattro a zero per i nostri avversari che meritatamente alzano la coppa del vincitore.
Applausi per tutti per il bellissimo spettacolo offerto e grazie ai padroni di casa del Rugby Parma FC per l’ottima organizzazione e la bella giornata trascorsa insieme.
Grazie ai nostri piccoli Amatori: Thomas Arcia Moreno, Federico Buffardi, Niccolò Ciaccheri, Matteo Cannas, Giovanni Di Filippo, Sergio La Russa, Valentino Meroni, Marco Protti, Giorgio Valdonio e Gabriele Vegna.
BRAVI, BRAVI DAVVERO! Per l’impegno mostrato, la voglia di lottare, soffrire, gioire insieme, le vostre emozioni diventano nostre, penetrano nella nostra pelle, ci ispirano e ci rendono immensamente orgogliosi. Ci emoziona la vostra amicizia e ci commuove vedervi così uniti dentro e fuori dal campo … veri fratelli di sangue! Come non ringraziare Franz per averli orchestrati così bene durante tutto il torneo, ma anche Manu, Marco e Lucio per la preparazione attenta svolta durante la settimana. Impeccabili come sempre i nostri accompagnatori Ale, Martina e Sandro per il lavoro importante che fanno dietro le quinte per sostenere bambini e genitori con un’attenzione ai dettagli e alle persone che non si può non apprezzare!
La stagione promette bene ed il percorso è quello giusto .. continuiamo cosi! (Francesco Vegna)

Qui le foto di Alessandro, Luciano e Martina

U8 Parma

U8 Parma con Venditti

Torneo di San Donato – Mentre una squadra è convocata a Parma al torneo nazionale, anche a Milano ci si sveglia presto per raggiungere la ridente località di San Donato Milanese, dove due squadre AU giocheranno nel raggruppamento regionale. Si arriva nella nebbia ad un bel campo in erba e prima dell’inizio del torneo la poca nebbia presente si dirada, lasciando spazio ai conetti che delimitano i campi. Il torneo è composto da 3 gironi di 3 squadre, con 12 minuti di gioco a partita. Dopo un primo riscaldamento con Manuela e Marco si parte subito con le partite. Nel primo girone AU1 procede un po’ a rilento nella prima partita, vinta contro San Donato per 8-5. Scacciato via il sonno la seconda partita è contro i Dragoni e viene vinta per 8-1. AU1 arriva prima nel girone. Per AU2 la prima partita è con AS Rugby Milano 2 (11-4 per AU2), per poi concludere con l’ultima partita del girone contro Rugby Varese 2 (10 a 5 per AU2).  E dato che se non si arriva in finale con l’ASR non è un torneo che si rispetti, nel girone dei primi si giocano i derby ASR-AU1 e AU2. Nel torneo non erano presenti solo le squadre iscritte: un’orda di moscerini ha accompagnato atleti, allenatori, accompagnatori e genitori lungo tutto il torneo. Mentre gli atleti si concentrano con taralli e miele prima di disputare le finali,  si vocifera di una nuova tecnica che pare superefficace: impastare il paradenti riempiendolo di miele. Si assicura energia a lunga durata durante le partite successive (anche se siamo convinti che durante le partite almeno 10 moscerini per ciascun atleta siano stati mangiati accidentalmente), i genitori pasteggiano a caffè e ottimi cannoli siciliani. Queste ultime tre partite sono più combattute, e i tre allenatori notano un’unica cosa: si deve placcare di più!! Con vittoria dell’AU2 sull’ASR, pareggio AU1 con ASR e un ultimo pareggio in casa, le due squadre Amatori Union si piazzano al primo e secondo posto grazie anche al tifo che ciascuna squadra AU faceva per l’altra. Tanto il tifo anche da bordo campo, dove i genitori cercano di sopravvivere all’attacco dei moscerini che andando avanti col tempo sembrano moltiplicarsi. Il terzo tempo fa decisamente dimenticare i piccoli insetti: piatto di pasta caldo servito a tutti e come dolce finale cannolo siciliano guarnito al momento! Belle le partite giocate dai nostri, con tanti passaggi e gioco di squadra frutto degli allenamenti delle settimane precedenti.
Ricorderemo quindi San Donato per 3 motivi: tanto divertimento rugbistico, tanti moscerini, e un terzo tempo fuori dagli schemi! A fine torneo un gruppetto si sposta al Crespi, e dopo aver fatto una foto con Perugini (che agli occhi dei bambini era un misto tra il Sacro Graal e il GGG) c’è da fare il corridoio con la prima squadra e tifare AU! (Monica Ossi)

Qui le foto di Andrea, Alessandro e Monica

Under 10

Torneo di Parma

Au-Asti 7-0
Au -Reggio 4-0
Au -Parma 1 0-6
Semifinali
Au- Parma2 4-0
Finale 5/6
Au -Asr   1-4

Finiamo 6 classificati

 

Ed ecco la cronaca del torneo di Parma.
Eccoci al primo appuntamento con i tornei nazionali, siamo a Parma in casa del Rugby Parma 1931. Un primo test con squadre blasonate. Giornata soleggiata, terreno in ottime condizioni. Siamo nel girone A con Rugby Parma 1, Asti e Valorugby. Prima dell’inizio del torneo, il Guru fa il briefing con i suoi Atleti per impartire indicazioni per come gestire al meglio il torneo. La prima partita ci vede incontrare l’Asti Rugby: dopo un primo studio , i ragazzi iniziano a giocare., un po’ troppo da solisti e Stefano non è molto contento, facciamo un rotondo 7-0 per noi. Briefing dopo la partita: Stefano fa capire che gioco vuole… gioco di squadra!!! Senza la squadra non si va da nessuna parte…
Nella seconda partita incontriamo il Valorugby, i ragazzi sembrano aver assimilato bene la lezione del Guru, gioco fluido, passaggi, si finisce con un secco 4-0. Ci manca l’ultima partita per passare alle semifinali come primi in classifica, ma i conti si fanno con l’oste: il Rugby Parma 1 ….i nostri forse inebriati dai primi profumi della salamella., entrano in campo molli, molto molli…senza mordente e ne prendiamo 6 senza fare neanche una meta. All’uscita dal campo li aspetta una bella dose di shampoo da parte del Guru. Passiamo come secondi: un po’ di riposo, li ricarichiamo con banane, miele, noci. Ci informano che insemifinale incontreremo la seconda squadra del rugby Parma. Dal saluto si capisce che vogliono riscattare l’ultima partita, entrano convinti delle loro capacità e fanno un’ottima partita, finisce 4-0 per noi… Siamo in finale per il 5/6 posto, ed eccoci a giocare il derby di Milano con ASR che prima ha battuto l’altra squadra di Milano, il Parco Sempione. Partiamo bene con una buona pressione che ci fa andare subito in meta, teniamo il campo abbastanza ordinati… ma le forze ci vengono a mancare e l’Asr sale in cattedra con un buon gioco alla mano, portando a casa la partita e il 5 posto con un rotondo 4-1. Finiamo sesti in classifica generale. Il Guru ha analizzato bene il torneo e saprà lavorare bene sulle lacune che si sono viste oggi.
I ragazzi scesi in campo sono: Luca, Samuel, Federico, Daniele, Gabriele, Alessandro, Roberto, Marko, Riccardo, Edoardo, Christian, Riccardo. Un grazie a tutti splendida giornata, e grazie a Giacomo Rossi per il servizio fotografico. Alla prossima! (Marino)

Qui le foto di Giacomo Rossi

U10 Parma 21 ottobre 2018

Di seguito la cronaca del Torneo di  San Donato. Il ritrovo è per le 13,30 appena terminato il torneo dei nostri compagni AU della U8. Giornata calda e soleggiata, campo asciutto e ottima organizzazione. Tant’è che anche i moscerini hanno deciso di partecipare al torneo.. e in numero decisamente superiore agli “umani” presenti. Si presentano al torneo 23 atleti. Dividiamo il gruppo in due squadre, AU bianca e AU nera.

Amatori Bianca (coach Manu): Sofia, Alessandro C., Filippo H., Matteo L., Matteo M., Vincenzo, Federico N., Federico O., Riccardo, Matteo P., Massimo Sommariva, Mark

AU bianca – S.Donato 6-2
AU bianca – Rugbio 4-2
AU bianca – ASR2 0-4

Finale 3°/4° posto
ASR1 – AU bianca 7-2
Classificati quarti

Siamo al secondo appuntamento stagionale, per alcuni il primo e visi “vecchi” e nuovi si devono ritrovare. Di fatto la squadra è formata da ragazzi che hanno già esperienza in U10 ed altri appena giunti. Ecco quindi che curiosità ed eccitazione ( in alcuni momenti sopra le righe!) caratterizzano il gruppo. Anche l’orario di inizio del torneo (pomeridiano) non è usuale, ma i piccoli non fanno alcuna differenza.Il torneo è diviso in due gironi da quattro squadre ciascuna, più si giocherà la finale. Tutta L’adrenalina accumulata si incanala e si evidenzia in modo molto positivo nei primi due incontri, vinti rispettivamente contro i padroni di casa 6-2 e contro Rugbio 4-2.
La ruggine di inizio stagione, qualche inesperienza affiorano e portano a disorganizzazione di gioco contro ASR2, contro cui perdiamo 4-0 e soprattutto nella finalina per il terzo e quarto posto persa 7-2 contro ASR1. In generale, si può però dire che si sono viste molte cose positive, su cui gli allenatori possono lavorare e stimolare, così che i nostri ragazzi possano dimostrare ancor di più tutta la loro voglia!

Amatori Nera (coach Lucio): Emiliano, Andrea, Filippo C., Amòs, Nicolò, Noah, Alessandro R., Leonardo, Massimo S., Diego, Filippo Z., Alessandro.

Au Nera– Dragoni 8-1
Au Nera – ASR 1 4-4
Au Nera – Cremona 7-2

Finale 1°/2° posto
Au Nera – ASR 2 1-1

Nella prima partita con i Dragoni, i ragazzi entrano ben determinati sotto la guida di capitan Massimo. Sono ben disposti in campo e fanno un gioco fluido, trovando buoni spazi e una buona salita difensiva. Vincono per 8-1. Nella seconda partita, troviamo la squadra del 2009 dell’ASR rossa. (tra i nostri ragazzi invece solo 2010, ancora alle prime armi con il gioco U10). Una gran bella battaglia. Placchiamo molto, sopratutto i più piccolini, non si fanno impressionare e riescono a vincere molti contatti con i ragazzi molto più grossi e esperti dell’ASR rossa. Partita sempre equilibrata. Prendiamo 3 mete per distrazione nelle ri partenze veloci degli avversari dopo nostri falli di gioco, i nostri ragazzi ancora non cosi esperti da schierarsi veloci ed essere reattivi nelle ri partenze da gioco fermo. Sarà tutta esperienza per i prossimi tornei. Siamo in vantaggio per 4 a 3. Ultima azione. Finisce nelle nostre mani, ma anziche calciare fuori, ci facciamo pressare e concediamo il pareggio all’ASR rossa. Altra lezione da imparare per il futuro.
Davvero bell’incontro e complimenti agli ottimi avversari. Terzo incontro, a un paio di minuti dalla battaglia con l’ASR. Piccolo briefing veloce con il coach per ricaricare le pile e per registrare le cose che non hanno funzionato alla perfezione nella partita precedente.Troviamo un ottimo Cremona, con individualità notevoli. Ma i ragazzi, trovano energia e grinta. Un gioco pulito, anche negli spazi e finalmente con i ragazzi che usano la palla anche con i compagni. Belle mete che arrivano anche grazie ai sostegni e a gioco collettivo. Bella difesa con una salita uniforme. Passiamo primi nel girone. E andiamo a giocarci la finale con l’ASR Bianca. Partita intensissima, un continuo di scambi di azioni e di possesso di palla. Entrambe le squadre mettono in campo tutto quello che hanno. Ci sono scontri tosti, però sempre tutto nelle regole e un ottimo arbitraggio permette di vedere una finale davvero avvincente. Riusciamo a schiacciare la prima meta, in un azione che vede portare la palla in avanzamento fin dentro la meta da 3 nostri ragazzi. Proprio ad indicare l’intensità messa in campo. Il gioco è molto duro e anche nei cambi, siamo sempre pronti e reattivi. L’ASR bianca, grazie ad una galoppata laterale, riesce a pareggiare. Risultato che resta invariato sino alla fine, ma con la battaglia in campo che non ha mai dato tregua. Finisce in parità e complimenti ad entrambe le squadre, davvero una gran bella partita. Grazie a tutto lo staff che ha seguito i ragazzi per tutto il torneo, e complimenti al SanDonato che ha organizzato un ottimo torneo, sia in campo che nel terzo tempo un finale di cannoli siciliani riempiti al momento. Siamo gli ultimi a lasciare il raggruppamento, insomma, abbiamo dato una mano a far chiusura.
Qui le foto di Davide

Under 12

Torneo al Crespi.

Ritrovo alle nove al Crespi. E’ una bella giornata. Temperature tiepida. Il campo verde smeraldo sembra brillare. I nostri ragazzi sono pronti. Abbiamo due squadre: la AU Gialla con i ragazzi del Crespi, guidata da Alberico, e la AU Bianca con gli atleti dell’Iseo e come coach Paolo. Arrivano anche gli ospiti: il Seregno al gran completo, sono in 19 nella loro livrea giallo-blu; i Raptors della Valcavallina, maglie arancioni con un grande scorpione; i Black Eagle, verdi a strisce nere; infine il Bergamo 1950 con la divisa nero/giallo/rosso.
L’organizzazione è impeccabile: abbiamo perfino uno spogliatoio femminile, appannaggio delle nostre due atlete e di una ragazza del Bergamo. Due gironi da tre squadre. Girone A: AU Gialla, Seregno e Black Eagles; Girone B: AU Bianca, Bergamo e Raptors.
Alle 10 si comincia: la AU Gialla incontra il Seregno sul campo 1 del girone A. Gli ospiti passano subito in vantaggio. Sono una squadra forte tecnicamente e ci sovrastano anche fisicamente. Onore al merito: sono ben piazzati in campo, calciano al momento opportuno e passano la palla con velocità. I nostri fanno quello che possono. Si impegnano, si sacrificano, cercano di contrastare questi panzer che gli vengono incontro. Quando va bene gli arrivano alla spalla. Alcuni riescono a fermarli, a buttarli giù con placcaggi disperati. Ma i più grossi e veloci sono implacabili. Il primo tempo finisce sette a zero. Nell’intervallo Alberico incoraggia i ragazzi che tornano in campo agguerriti. Continuano a lottare su tutte le palle. Di attaccare purtroppo neanche a parlarne ma almeno vendono cara la pelle. Risultato finale 0-14. A testimoniare l’impegno fino alla fine dei nostri, allo scadere del tempo un placcaggio nei pressi della nostra linea evita la 15esima meta. Sconfitti ma senza arrendersi di fronte ad un avversario chiaramente più forte. Sull’altro campo intanto nel girone B il Rugby Bergamo batte i Raptors 5 a 3.
Alle 10:30 sul campo 2 del girone B tocca alla AU Bianca che affronta proprio il Rugby Bergamo 1950, appena uscito vittorioso dalla precedente partita. La nostra squadra comincia contratta, i ragazzi si tengono raggruppati e non coprono bene il campo lasciando spazi agli avversari che vanno in meta. Poi la situazione migliora e si comincia a giocare sul serio. La squadra cresce e soprattutto cerca di placcare. Il primo tempo si conclude però con un impietoso 0-5. Il risultato finale è di 0-11 che non rende giustizia ai nostri, protagonisti di autentiche battaglie difensive senza però riuscire a portarsi mai in meta. In contemporanea, nel girone A il Seregno batte anche i Black Eagles per 6-1.
Fortunatamente da Parma giungono notizie confortanti. I nostri compagni stanno vincendo tutte le partite del loro girone.
Alle 11:30 le nostre squadre sono impegnate contemporaneamente nella seconda partita dei rispettivi gironi.
La AU Bianca incontra i Raptors Valcavallina: si comincia bene, si va subito in vantaggio. Ma i Raptors pareggiano e raddoppiano. I nostri sono sfortunati. Combattono per oltre due minuti davanti all’area di meta degli avversari senza riuscire a coprire gli ultimi 2 metri. E come spesso succede, una distrazione e un avversario prende la palla e vola in meta. Il primo tempo finisce 1-3. Il secondo tempo vede un parziale di 1-5 per i Raptors. Poi i nostri hanno un moto d’orgoglio che li porta sul 3-5. Qualcuno comincia a sperare ma è troppo tardi. L’ultima azione dei Raptors chiude la partita 3-6.
Va peggio alla AU Gialla, che affronta i Black Eagles. Sul 0-6 riusciamo però almeno a segnare una meta e chiudere il primo tempo 1-6. Il secondo tempo è la replica del primo. Finisce 2-11. Gli ospiti, prese le misure ad un avversario chiaramente meno forte, fanno sfoggio di virtuosismi e leziosità forse fuori luogo, purtroppo a volte istigati dai genitori sugli spalti.
Si passa alle finali. Le nostre due squadre si giocano il 5° e 6° posto. Finisce come finisce , non ha importanza il risultato in questi casi. Quello che conta è che i nostri ragazzi ritrovano in questa partita una atmosfera familiare che li rinfranca e li fa divertire. Alla fine escono tutti con un bel sorriso. Sono stanchi, ne hanno prese tante ma non si sono mai arresi. E soprattutto sono affamati. Si sente parlare solo di cibo. Mai sentito parlare in toni tanto poetici della salamella.
Prima di cominciare il terzo tempo, incontro ed intervista a Salvatore Perugini, vicepresidente della FIR ed ex giocatore della nazionale. I nostri ragazzi non si sono lasciati intimidire e con le loro domande hanno stuzzicato a dovere il Campione.
E finalmente in doccia e poi a mangiare!
Per la cronaca, il torneo si è concluso con il Seregno meritatamente al primo posto, seguito dal Bergamo. I “simpatici” Black Eagles al terzo posto. Quarti i Raptors. (Luigi Mucciolo)

Torneo Ortolina, Parma

Un caldo sole ottobrino accoglie i nostri ragazzi della under 12 nella prima uscita stagionale ad un torneo nazionale, il XV Torneo Ortolina organizzato dal Rugby Parma. Le 15 squadre iscritte alla categoria si affrontano in tre gironi; il nostro girone ci vede impegnati, in ordine, con il Colorno (AU – Colorno 2 9-0), con il Rugby Parma (AU – Rugby Parma 1 3-1), con il Viadana (AU – Viadana 2-1), e con l’Asti (AU – Asti 4-0). Le ultime due partite con il Viadana e l’Asti si giocano su un livello fisico intenso, dove i nostri ragazzi mostrano carattere e una buona capacità difensiva e di pressione dell’avversario, con salite corali e placcaggi continui. Il primo posto nel girone ci proietta verso la parte alta del tabellone, dove incontriamo il Gispi Prato, vincitore anch’esso del proprio girone. La superiorità degli avversari nel movimento palla, con aperture veloci e sistemiche, complice la stanchezza dei nostri che hanno speso tantissimo nel girone di inizio torneo, portano la prima sconfitta alla nostra formazione (AU – Gispi 0-5), ma forniscono anche preziose indicazioni sulle opportunità di miglioramento del nostro gioco. Per il 3°/4° posto ci misuriamo con l’Amatori Parma, dove si vede la fotocopia della partita con il Gispi; arriva quindi la seconda sconfitta per la nostra formazione (AU – Amatori Parma 1-5); ma arriva comunque un 4° posto in un torneo di livello, sicuramente di buon auspicio per il prosieguo della stagione. Il tifo ordinato, ma vivo, dei genitori dei nostri atleti, e un ricco terzo tempo, hanno fatto da cornice alla bella giornata. (Da Parma – Staff U12)

Qui le foto di Massimo Baccolini

Under 14

Amatori Union Rugby Milano 1 – Rugby Parabiago 48-21 (mete 8-3), qui le foto di Marco Bertossi

Amatori Union Rugby Milano 2 – Leone XIII Sport – non disputata per mancanza di numero minimo (Leone XIII)

U14 Crespi contro Parabiago

Under 16

Girone élite     Franciacorta – AU     21-3 (mete 3-0)

Girone 5           Rugby Lainate – AU   37-15  (mete 6-3)

Partita élite – Seconda giornata di campionato per la nostra compagine U16 nel girone 1, andiamo a giocare a Gussago contro la franchigia del Franciacorta. Ci troviamo dinnanzi una formazione che il sabato prima ha rifilato quasi quaranta punti contro zero al Cavisano a casa sua, siamo consci quindi dell’impegno che andiamo ad affrontare.  Si comincia male, dopo due minuti gli avversari vanno in meta, complice una difesa troppo molle che permette ad un loro trequarti di affondare come nel burro e schiacciare nell’area di meta. Partenza ad handicap quindi, i nostri avversari sono ben strutturati fisicamente, noi invece di sfruttare la nostra velocità vogliamo fare a “testate”, giocare come vogliono loro insomma, facciamo fatica a giocare al largo, una volta nei loro 22 non concretizziamo, facciamo molti errori. A loro bastano una touche e una maul per raddoppiare, noi muoviamo il tabellone solo con un piazzato, primo tempo 14-3. Il secondo tempo non cambia la musica, loro usano ancora il fisico, noi difendiamo e basta, finisce 21-3, bravi loro. Tutto serve, anche questa sconfitta, meglio che sia venuta ora che più avanti, nessuna tragedia, i ragazzi hanno dimostrato di tenere il campo, soprattutto in difesa. Ci vediamo il prossimo fine settimana. Forza AU!

Partita territoriale – Prima partita di Campionato per la U16 che gioca nel girone territoriale. Si gioca a Lainate. Quasi tutti i giocatori AU sono alla prima esperienza in U16. I nostri avversari sono più strutturati fisicamente, e hanno diversa abitudine al gioco della categoria. Nel primo periodo la partita è equilibrata. Ci sono frequenti cambi di fronte d’attacco, il possesso cambia spesso, più per errori che per aggressività delle difese. Il Lainate fa meno errori, e concretizza più facilmente. Subiamo due mete, ma ne facciamo una. Nella seconda parte del tempo subiamo la pressione. Usiamo il piede, con il risultato di avanzare, ma concedendo il possesso. Subiamo una terza meta, e il primo tempo termina 17-5. La mischia chiusa tiene. Le tocche non vanno male. Il secondo tempo prosegue sulla falsariga del primo. Partita equilibrata, con il Lainate che riesce a concretizzare allargando velocemente il gioco. Quando abbiamo il possesso riusciamo ad avanzare con buone penetrazioni individuali, ma la buona difesa avversaria ci porta a fare “tenuti”. La partita scivola verso il Lainate, ma non molliamo. Riusciamo ad andare due volte in meta, ma alla ripresa del gioco la subiamo quasi subito. La partita termina 37-15 (mete 6-3). Abbiamo giocato, non ci siamo risparmiati, va bene così. Facciamo esperienza giocando. Facciamo i complimenti al Lainate, e andiamo avanti. Alè AU !

 

Under 18

Delebio – Amatori Union Rugby Milano     3-27    (mete 0-5)

Terza partita di campionato per la U18. Si gioca a Sorico, con il Delebio. Il campo è sulla riva del lago, bellissimo panorama, bucolico, ma campo spelacchiato e polveroso. Se dovessimo dare un titolo alla partita sarebbe “disciplina ?” Fin dai primi minuti l’arbitro fa capire quale sarà il suo metro: estremamente intransigente mette in evidenza una notevole indisciplina delle due squadre, soprattutto AU. Due calci di punizione contro nei primi minuti, al 3’ siamo sotto 3-0. Siamo più bravi degli avversari ad adeguarci al metro dell’arbitro, diventiamo meno indisciplinati dei nostri avversari. Tutta la partita sarà contraddistinta da frequenti interruzioni di gioco. Dal 5’ del primo tempo la partita la facciamo noi. Impostiamo buone azioni, penetrazioni individuali si alternano ad azioni in cui la palla viaggia fino all’ala. Andiamo in meta tre volte, e sarebbero di più se non facessimo qualche errore. Il Delebio arriva una volta sui nostri cinque metri, ma difendiamo bene, e non concretizzano. La mischia chiusa fa un ottimo lavoro. Le touche non vanno male. Il secondo tempo prosegue sulla falsariga del primo. In diverse occasioni organizziamo belle azioni, ma a pochi metri dalla fine i nostri “ball carrier” esagerano nell’avanzamento, si isolano, il sostegno non arriva in tempo, e sono costretti a fare “tenuto”. Andiamo in meta due volte. Il Delebio arriva vicino alla segnatura in due-tre occasioni, ma difendiamo bene. La partita termina 3-27 (mete 0-5). Un tuffo nel lago è meritato … Alè AU !

 

Seniores

Amatori Union Rugby Milano – Rugby Monferrato 18-24  (mete 2-4)

L’unico rammarico è il risultato, perché sul piano della generosità e della combattività ai nostri ragazzi non si poteva chiedere di più. Monferrato non ha rubato nulla, va detto, e merita i complimenti per la vittoria: ma – ne siamo certi – i piemontesi hanno ascoltato il triplice fischio finale con infinito sollievo. In quattordici per quasi 70′, i nostri hanno messo sotto pressione fino all’ultimo istante una delle avversarie più quotate per la vittoria nel girone (in quanto prima delle non promosse l’anno scorso): solo un paio di episodi sfortunati ci ha impedito di completare la rimonta e ha decretato alla fine una sconfitta che lascia parecchi rimpianti, ma anche l’impressione di un potenziale di cui forse stentiamo ancora a renderci pienamente conto. Teniamo presente che il forfait appena prima della partita di due pezzi da novanta del pack (si dice così, ma siamo ben oltre i cento…), cui si è aggiunto il rosso (?) al nostro n. 3 dopo dieci minuti, hanno costretto i nostri due unici piloni rimasti a un superlavoro che nel rugby moderno non può più essere richiesto alle prime linee. Come non bastasse, l’infortunio capitato dopo pochi minuti all’apertura titolare ha costretto gli allenatori a ridefinire ruoli e tattica, e per di più a quel punto con una panchina cortissima. Alla luce di questi fatti, non si può che restare ammirati per quello che i ragazzi in campo, dal primo all’ultimo, hanno dimostrato di saper fare. Al tempo stesso, speriamo che l’esperienza di oggi sia sufficiente ai nostri giocatori per prendere coscienza di quello che possono raggiungere se tengono alti contemporaneamente gli obiettivi, la motivazione e la testa. Se i ragazzi erano chiamati a dare una risposta agli interrogativi suscitati dalla preoccupante mezz’ora di blackout di Rovato, la risposta è arrivata forte e chiara. Questo gruppo ha le capacità per battere chiunque, in casa e in trasferta, se gioca come oggi: l’importante è che d’ora in poi il furore agonistico mostrato oggi i nostri se lo portino addosso, sotto la maglia, fino alla fine di un campionato che si preannuncia avvincente e apertissimo.

Qui le foto di Marco Bertossi; qui il link  all’articolo post-match di un giornale sportivo astigiano, sotto l’articolo su “Il Piccolo” di Alessandria del 23 ottobre

Articolo Monferrato

 

6 thoughts on “Risultati del weekend 20-21 ottobre 2018

  1. Ciao a tutti
    Al raggruppamento regionale di SanDonato siamo andati con due squadre U10 che hanno fatto la parte del leone classificandosi prima e quarta.
    In entrambe le finali (per il primo posto e per il terzo posto) abbiamo affrontato la ASR.
    Nella finale per il primo posto la partita è stata tiratissima con un predominio netto dei nostri ragazzi nella prima parte. L’unica meta realizzata non ha reso merito al grande lavoro fatto. Nella seconda parte di gara l’ASR è riuscita a rialzarsi raggiungendo un meritato pareggio che consegna il primo posto ad entrambe le squadre. Grandissimi tutti i nostri ragazzi!!

  2. Buongiorno, non riesco a capire perché i risultati del Under 8 che ha partecipato al torneo di San Donato non siano stati inseriti nella pagina web della società

    1. Giacomo, per i risultati dei tornei minirugby non esistono comunicazioni ufficiali: l’aggiornamento del sito ha bisogno delle informazioni di chi era presente sui campi, che pubblico al più presto quando le ricevo.
      Paolo

  3. Ciao, vi siete dimenticati i risultati dell’Under 12 di Parma. Io ora non me li ricordo esattamente, vanno chiesti ai nostri accompagnatori, quello che vi posso dire che sono stati formidabili, ci hanno messo grande impegno e sono riusciti ad essere i primi del loro girone vincendo tutte le partite contro Colorno, Viadana, Rugby Parma e Asti. Con altrettanto impegno, anche se stanchissimi, hanno affrontato le finali contro delle squadre fortissime, piazzandosi con onore al 4 posto. Grandi AU!

    1. Daniela, posso mettere i risultati quando li ricevo: soprattutto per il minirugby, non essendoci comunicazioni ufficiali dei comitati regionali, l’aggiornamento del sito dipende dalle informazioni che mi arrivano dai campi.
      Paolo

      1. Giustamente. Infatti ho visto che hai aggiornato. Ti ringrazio. Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *