I risultati del weekend 13-14 ottobre

Ormai avviati i campionati giovanili e seniores: ecco qua i risultati del weekend. Bene il settore giovanile (la sconfitta della U14 più inesperta è fisiologica ad inizio stagione, si sconta il passaggio di categoria); la Seniores inciampa nelle proprie insicurezze sul difficile campo di Rovato.

 

Under 8

Torneo delle Castagne – Velate
Le nostre squadre prima, seconda e terza qualificata

Qui le foto di Martina Strano

 

Under 14

CUS Milano Rugby 1 – Amatori Union Rugby Milano 1        5-80 (1-12)

CUS Milano Rugby 2 – Amatori Union Rugby Milano 2       55-5 (9-1)

Qui le foto di Nino Ferrante

Placcaggio U14 13 ottobre

Under 16

Amatori Union Rugby Milano – Province dell’Ovest Rugby 40-22 (mete 6-3)

Prima giornata girone 1 élite U16, AU vs Province dell’Ovest. Andata e ritorno dal pianeta Amnesia con vittoria. Sembra il titolo di un film, ma è solo la sintesi dell’incontro della U16 nel girone élite di questa mattina. Campo sportivo Crespi, prima giornata di campionato, inutile negarlo è un po’ come il primo giorno di scuola, in una scuola nuova, l’emozione si miscela all’entusiasmo e alla tensione. Si parte e si parte contratti dando subito alla franchigia ligure la possibilità di andare in vantaggio con un piazzato, concesso per un fallo dopo una manciata di secondi dal fischio d’inizio. Il calcio si perde a lato dei pali e finalmente suona la sveglia per i nostri, cominciano a giocare e giocano bene, si occupa la metà campo avversaria, si va al largo, difesa attenta. In venti minuti i ragazzi vanno in meta tre volte, dimostrano la loro superiorità…momentanea, sì perché da questo momento ci si guarda troppo allo specchio e si acquista il biglietto per il pianeta Amnesia. Gli avversari, bravi ad approfittare del momento di buio dei nostri, vanno il meta alla fine del primo tempo, che si chiude 19 a 7 per AU, ma soprattutto, all’inizio del secondo, mettono a segno un “uno-due” seguito da un piazzato che metterebbero ko un toro (parziale 19 a 22), ma non la U16 AU. I ragazzi tornano dall’altro pianeta e ricominciano a giocare, la luce si riaccende e riprendiamo a macinare gioco, veloci reattivi e andiamo in meta altre tre volte, impedendo agli avversari qualsiasi tipo di reazione. Risultato finale 40 a 22, come prima uscita va bene, molto bene, nonostante il blackout di metà gara. Forza ragazzi!

Qui le foto di Marco Bertossi, qui le foto di Maurizio Petrò

AU - Province ovest

 

Under 18

Velate Rugby 1981 – Amatori Union Rugby Milano     14-45 (mete 2-7)

Seconda di Campionato per la U18, si gioca a Velate. I ragazzi sono concentrati ma tranquilli. Impostiamo il nostro gioco fin dall’inizio. Gestiamo bene il possesso. I trequarti riescono a sviluppare buone azioni. Difendiamo bene, con disciplina. La mischia chiusa tiene bene. Le touche non vanno male. Andiamo in meta quattro volte, e potremmo farne una quintaa prima del riposo. Nel primo tempo non abbiamo dato la possibilità ai nostri avversari di fare gioco. Il parziale è di 26-0. L’inizio del secondo tempo ci vede molli, distratti, il Velate va subito in meta. Dopo pochi minuti una palla rimbalza priva di controllo, viene calciata, la guardiamo rimbalzare fino all’area di meta … Seconda meta del Velate. Il doppio schiaffo ci desta dal torpore, si ricomincia a giocare con intensità. Andiamo in meta, ma il Velate non molla. Per due volte difendiamo nei nostri cinque, impedendo però al Velate di concretizzare. Andiamo in meta due volte. A Velate abbiamo visto sessanta minuti di cose positive, i primi dieci minuti del secondo tempo, però …

Qui le foto di Francesco Spagnolo,   qui qui le foto di Max Lazzerini

 

Seniores

Rugby Rovato Nordival – Amatori Union Rugby Milano    46-20 (mete 6-2)

Peccato: risultato pesante, anche se giusto nella sostanza. I nostri avevano chiuso in vantaggio (6-13) un primo tempo spigoloso ed equilibrato, punteggiato da entrambe le parti da falli ed errori facilmente spiegabili con la tensione dell’esordio: la meta del nostro pack aveva spezzato l’equilibrio sostanziale tra difese tignose e attacchi spreconi. Al rientro in campo la partita mostra da subito un andamento ben diverso: i padroni di casa, evidentemente strigliati a fondo nell’intervallo da coach Porrino, aggrediscono furiosamente i nostri, che naufragano miseramente in mezz’ora di totale smarrimento e concedono la bellezza di sei mete “facili” agli avversari, riuscendo a metterne a segno soltanto una. Solo negli ultimi dieci minuti i ragazzi si raccapezzano e sfiorano ripetutamente la linea di meta avversaria, senza peraltro riuscire più a segnare. Una possibile spiegazione del crollo potrebbe essere cercata nella superiore condizione atletica dei padroni di casa: alla pari nel primo tempo, per gran parte del secondo tempo i nostri hanno dato l’impressione di non riuscire a tenere il ritmo di corsa degli avversari, per poi tornare in partita quando anche il Rovato ha scontato un inevitabile calo di ritmo. Ma altrettanto significativo è sembrato il divario di aggressività e di determinazione tra le due squadre: in svantaggio, i padroni di casa hanno spinto sull’acceleratore, mentre i nostri quando si sono ritrovati sotto si sono disuniti e hanno penato mezz’ora prima di recuperare la convinzione di poter ancora dire la loro, a partita ormai persa. Sembra quindi delinearsi un importante fronte su cui lavorare in vista dei prossimi impegni: si sapeva che Rovato sarebbe stato un osso durissimo, e non da meno saranno i prossimi due incontri. Sfruttiamo al meglio la settimana di allenamento, e prepariamoci al prossimo incontro – il primo in casa – con la serena fiducia di poter competere con chiunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *