Risultati del weekend 7/8 aprile 2018

Altro weekend intenso, con impegni importanti per tutte le nostre squadre, dai più piccoli ai seniores.

Under 6

Torneo di Parma – La sveglia suona piuttosto presto, perché l’8 aprile la squadra Under 6 è chiamata a partecipare al 30° Memorial Amatori Parma. Appena arrivati ci si rende conto immediatamente che ci si trova in una città dove il rugby ha un certo peso: distese di campi da gioco circondano la Cittadella del Rugby di Parma. Il torneo è organizzato con gironi all’italiana, l’Amatori fronteggia come prima squadra il Gipsi Prato, già incontrato al Capuzzoni, vincendo tanto a poco; anche con il Viterbo la partita prosegue tranquilla mentre come terza partita c’è AU-Rugby Experience, provenienti dall’Aquila. Questa squadra è arrivata seconda al Capuzzoni e sappiamo che può essere una partita parecchio dura. Il tifo è molto acceso per entrambe le squadre e i bambini ce la mettono tutta, creando delle vere e proprie mischie e lotte per guadagnarsi il pallone. La partita risulta equilibrata ma alla fine AU riesce a portare a casa la vittoria con un 5 a 2. L’ultima partita con il Piacenza finisce in parità. Lasciando da parte il risultato si è vista una squadra che va in meta in velocità quando l’avversario lo consente, ma che sa anche mettere in campo “i muscoletti” quando le corse con la palla ovale vengono subito bloccate da avversari ben schierati. Ci sono stati degli scontri, delle testate, delle nasate… ma tutti sono felici e soddisfatti del risultato e di aver giocato “come una squadra”. Sotto la guida di Alessia ed Alberico le partite finiscono verso le 1130 e si va per il terzo tempo parmense. I bambini alle 12.30 sono pronti per giocare sui gonfiabili. In questo caso non si è capito bene dove abbiano trovato la forza per saltare per ben 2 ore sotto il sole, ma da qualche parte l’hanno trovata. Dopo aver visto la finale Under 14 dove ad ogni meta fatta (la musica partiva a palla) gli AU davano anche sfoggio delle loro capacità ritmiche improvvisandosi ballerini/discotecari, tutti gli Under 6 vengono premiati dai giocatori della Nazionale. Alle 16 tutti a casa, molto molto stanchi, ma altrettanto felici!  (Monica)  Qui le foto di Monica Ossi e Alessandro Puglisi.

Torneo di Settimo Milanese – Oggi, domenica 8 aprile, mentre a Milano si corre solo con le gambe (Milano Marathon), a Settimo Milanese i piccoli-grandi AU U6 corrono con la palla ovale stretta tra le braccia. Alle 9 del mattino, i Lions, i padroni di casa, ci accolgono su un grande campo d’erba delineato da conetti colorati. Maruscka consegna le maglie da gara e Paolo forma due squadre: AU bianca e AU nera ma con visibile patto di sangue stampato su ogni braccio (con pennarello rosso!).
La prima partita vede gli AU bianchi trionfare sui padroni di casa, la seconda e la terza i Mosquito battere gli AU neri e i Lions, la quarta partita vede i bianchi versus i neri con vittoria dei primi, la penultima AU bianca vincere anche i Mosquito e l’ultima partita combattuttissima AU neri versus Lions con una meta di differenza per gli AU. Tutti insieme poi al mitico terzo tempo con pasta al pomodoro e in bianco e un gradito cioccolatino offerto da Maruscka! Sempre forza AU! AU-AU-AU!!!  (Valeria)   Qui le foto di Francesca Buffardi

Under 8

Torneo di Parma: 21^ posizione

Un commento al torneo dei nostri minirugbisti – Fratelli genitori dei fratelli di sangue, a mente lucida e a birra smaltita, volevo coinvolgervi in una riflessione sul week-end ovale appena trascorso. Non voglio scivolare nella retorica e rifuggo gli atteggiamenti auto celebrativi e/o compassionevoli; per me lo sport è competizione e la competizione è finalizzata alla vittoria, altrimenti perde totalmente di senso. Eppure ieri ciò che più mi ha emozionato e mi ha fatto vibrare corde profonde e vere, molto prima e molto più del risultato, è stato l’atteggiamento che i nostri pargoli hanno mostrato in campo e fuori. Nulla di costruito, esasperato o artefatto. La semplicità di un’amicizia vera che sconfina nella poesia. Un legame ultra sportivo che con naturalezza li spinge a cercarsi, abbracciarsi, sostenersi. Prima, durante e dopo le fatiche sull’erba. Una squadra, una famiglia che non dimentica di portare sugli scudi l’eroe di giornata né di accompagnare fino alla linea di meta chi per un attimo è rimasto indietro. Forse mi erano sfuggite fino ad oggi, forse le hanno maturate progressivamente e adesso risplendono manifeste, ma la coesione, l’appartenenza, la dedizione e l’amore per la maglia ed i fratelli che la indossano sono oggi il segno distintivo del quale ci fregiamo con orgoglio di genitori, educatori e fratelli. Vederli placcare senza paura giganti che ci paiono grossi il doppio, volare in meta passando per pertugi invisibili delle difese avversarie, strappare palle con tenacia da grovigli inestricabili di arti mischiati e colorati, rialzarsi dopo un impatto che fa più male a noi che a loro è bellissimo! È vero, ci si lascia vincere un po’ anche dall’autogratificazione e il nostro ego ne esce appagato, inutile negare questo pizzico di autocompiacimento nel vedere proiettate le nostre gioie in ciò che di più bello abbiamo dato e avuto dalla vita: i nostri figli. Ma la vera grande bellezza, ne ho avuto certezza ieri, è emozionarsi per la loro amicizia. Sincera, onesta, vera. Non so se sia il rugby a generare questa meraviglia, di certo è attraverso il rugby che mi si è manifestata. Di più non potevo chiedere ad uno sport da far praticare al mio piccolo hobbit. Scusate il tedio e un filo di sentimentalismo… Un grande abbraccio ovale. (Antonino)

 

Under 10

Torneo di Parma – Carissimi U10, eccoci arrivati al XXX Torneo Amatori Parma, domenica mattina sveglia all’alba per essere alle ore 8,00 alla cittadella del rugby di Parma.Giornata bellissima,soleggiata,ci presentiamo con 11 atleti 7 del 2008 e 4 del 2009 il torneo è diviso 12 gironi all’italiana, 1°-2° fase semifinali e finali , siamo messi nel girone F con Etruschi Livorno e Viadana. La prima partita con Etruschi Livorno, ci serve per rodare gli ingranaggi: buon gioco fluido, qualche disattenzione, ma gli Etruschi non ci impensieriscono minimamente, 6 mete a 0 per noi. La seconda è già più impegnativa, il Viadana: stazza e gioco rude la fanno da padrone, noi molto più leggeri, ma riusciamo a tenere testa per quasi tutto il tempo, prutroppo la perdiamo per 2 mete a 0. Finiamo il primo girone al secondo posto, rimaniamo in attesa per un ora prima di giocare il secondo girone.I nostri avversari sono il Modena e Amatori Napoli 2. Con il Modena partita stupenda , bellissimo gioco da ambo le parti, veloce, pulito e soprattutto corretto, finisce 3 mete a 2 per noi, lo staff tecnico del Modena ci fa i complimenti per come è stata disputata la partita, anche il GURU al briefing dopo la partita si congratula con tutti i suoi giocatori e alla fine torneo la elegge miglior partita di tutta la giornata. I ragazzi, galvanizzati dalle parole di elogio dell’allenatore, entrano in campo contro l’Amatori Napoli 2 consapevoli delle loro capacità: non c’è partita, 6 a 0 per noi. Finiamo primi del secondo girone, andremo a confronto con i padroni di casa per il 13°-16° posto nella classifica finale.Ma prima ci aspetta la pausa pranzo, andiamo all’area ristoro, ci rifocilliamo e come succede di solito, la concentrazione cala, le lunghe attese lasciamo semptre il segno, complice anche il primo caldo estivo. Alle 14, 30 entriamo in campo per la semifinale, andiamo al piccolo trotto, si sentono le urla del GURU incitare i ragazzi, regaliamo 2 mete, non riusciamo a finalizzare il gioco in modo concreto, abbiamo avuto delle occasioni limpide, ma niente !!!! ci incasiniamo da soli.. Finisce 2 pari, si gioca per la golden meta: due parole ben assestate da parte di Stefano, rientriamo e ci portiamo verso la loro area difensiva, senza mai farli uscire, togliamo aria , spazio, li releghiamo fino dentro la loro area di meta, facciamo la meta con tutte le ultime forze che abbiamo in corpo. I ragazzi sono ormai allo stremo, dopo 20 minuti ci giochiamo la finale contro il rugby Aquila, i nostri non ci sono, senza benzina , fermi… loro sono ancora in palla e ci asfaltano con 7 mete a 0. Finiamo 14° in classifica generale, credo che il torneo sia stato onorato a dovere, abbiamo incontrato grandi società, abbiamo fatto tesoro di altra esperienza per proseguire cammino di formazione dei nostri ragazzi. Ora ripartiremo sempre più concentrati, sia in allenamento che nei tornei, per poter fare sempre un ottima figura.
Grazie a tutti i genitori e staff per la riuscita della giornata. Prossimi impegni: domenica 15, una squadra su convocazione a Viadana al torneo nazionale Coppa Leonero, e per gli altri torneo regionale a Lainate. ( Marino).  Sotto vedete  il video montato da Francesco Torregrossa.

Torneo di Belcreda: i ragazzi che non sono andati a Parma si ritrovano tutti a Belcreda per un doppio torneo all’italiana. In questa bella domenica primaverile oltre alle nostre due squadre AU Bianchi e Gialli partecipano anche due della ASR, due dei Falchi della Lomellina, una dei Mastini di Opera e una dei Cinghiali di Genova. Domenica impegnativa per l’allenatore “Fil” che deve gestire le 6 partite, 3 per squadra in due campi diversi. Dopo il discorso negli spogliatoi e il riscaldamento, ci dividiamo in due squadre equilibrate, come anche le altre squadre. Sono due gironi all’italiana separati. La Amatori Union Bianca è nel girone 2 e deve combattere con Cinghiali, ASR Rossa e Falchi Neri, tre partite da due tempi, 8 minuti per tempo. Come “usuale” cominciamo la prima partita un po’ addormentati e poco combattivi, alla fine del primo tempo siamo sotto di due mete ma Fil riesce a caricarli e a prendere la dovuta concentrazione per riuscire a ribaltare il risultato nel secondo tempo. Dopo una pausa ricominciamo contro la ASR, molto preparati e più forti, sembra che abbiamo perso il ritmo della prima partita contro i Cinghiali, siamo meno combattivi, placchiamo meno. Potevamo giocarla meglio, l’impegno non è stato costante durante tutti i due tempi. Giochiamo l’ultima partita contro i Falchi, abbiamo ripreso il ritmo e combattiamo su tutte le palle, la partita è molto equilibrate ma riusciamo a chiudere il primo tempo con tre mete di differenza e mantenere il vantaggio anche nel secondo tempo nonostante i vari tentativi dei nostri avversari, molto agguerriti, di violare la nostra linea di meta.
Amatori Union Rugby Milano Bianca – Cinghiali Genova 8 – 3
ASR Rosso – Amatori Union Rugby Milano Bianca 9-1
Amatori Union Rugby Milano Bianca – Falchi Neri 6 – 4
I ragazzi hanno dimostrato coraggio e sacrificio, non hanno mollato nonostante scarpate in faccia, nasi sanguinanti e botte alle gambe oltre ad aver giocato un buon Rugby. Bravi ragazzi e Grazie Fil! (Maurizio)

U10 Parma

Under 12

Torneo di Parma:
Girone iniziale:
Amatori Union Rugby Milano – Etruschi Livorno 1 – 2
Amatori Union Rugby Milano – L’ Aquila 0 – 4
Girone delle terze:
Amatori Union Rugby Milano – Viterbo 2 – 2
Amatori Union Rugby Milano – Traversetolo 3 – 1
Amatori Union Rugby Milano – Villa Pamphili 4 – 0

Under 14

Rugby San Donato 1 – Amatori Union Rugby Milano 1     15-43 (mete 3-7),  qui le foto di Marco Bertossi
Rugby San Donato 2 – Amatori Union Rugby Milano 2     40-36 (mete 6-6)
Torneo triangolare a Lainate:
Amatori Union Rugby Milano 3 – Rugby Valcuvia     57 – 5 (mete 9-1)
Amatori Union Rugby Milano 3 – Lainate                  46 – 12 (mete 7-2)

 

PercussionePercussione meta

Under 16

Girone élite: Rugby Fiumicello – Amatori Union Rugby Milano 12-50 (mete 2-8), qui le foto di Francesco Spagnolo
Girone 5 : Amatori Union Rugby Milano – Amatori Verbania Rugby 17-49 (mete 3-7), qui le foto di Marco Bertossi

Cronaca girone élite – Clima finalmente primaverile, e squadra quasi al completo. Affrontiamo la partita con serena determinazione. La prima metà del primo tempo vede AU gestire la partita. Quando allarghiamo velocemente il gioco al largo le ali trovano spazi per andare in fuga. Quando il Fiumicello allarga le maglie difensive, per coprire gli spazi sl largo, troviamo i “buchi” per avanzamenti individuali. Facciamo quattro mete. Da questo momento la partita è più equilibrata, una meta per il Fiumicello e due per AU. Finisce il primo tempo. Nel secondo tempo l’equilibrio continua. Errori da entrambe le parti. Si giocano tante mischie. Il Fiumicello entra spesso nei nostri 22, ma non concretizza. Riusciamo a fare due mete. Non concretizziamo il volume di gioco. Il Fiumicello non molla, per fortuna le “forze fresche, entrate dalla panchina tengono botta. A tempo scaduto il Fiumicello riesce a fare la seconda, meritata, meta. Finisce 12-50. Alè AU ! (Paolo)

Cronaca girone 5 – È la prima serata tiepida di primavera, si sta volentieri al Crespi a vedere l’anno piccolo della U16, che “incrocia i guantoni” con il Verbania, che nella partita di andata ha avuto la meglio sui nostri con un risultato pesante. Si parte, e si parte bene, visto che i nostri vanno in meta subito grazie ad un inizio frizzante, e continuano ad attaccare e a stare nella metà campo avversaria, ma non concretizzano causa errori banali e il Verbania ne approfitta. La squadra ospite ci punisce e passa in vantaggio con folate offensive che partono spesso dai loro “22”, laddove noi manchiamo di lucidità. Il primo tempo finisce 10 a 21 per il Verbania e nella testa dei ragazzi si insinua il tarlo dell’insicurezza, un fattore che gioca a nostro sfavore anche nel secondo tempo. Il gioco spesso si svolge nella metà campo del Verbania, ma i punti sul tabellone li muove il nostro avversario, causa i soliti errori e la poca determinazione in difesa nell’opporsi agli attacchi dei piemontesi. Finisce 17 a 49, peccato, la differenza tra le due squadre in campo non è così notevole come dice il risultato, per una questione soprattutto di testa. Segnaliamo una mischia che non ha mai perso un ingaggio e nelle fasi statiche, specialmente in touche, si è fatta sempre valere. Bravo il Verbania e bravi anche i nostri, forza AU! (Paolo)

frontino

Under 18

Amatori Union Rugby Milano – Rugby Monza 0-98 (mete 0-16)

 

Seniores

Serie B: Rugby Capoterra – Amatori Union Rugby Milano  41-22   (mete 5-3)

Qui la cronaca, dal sito del Rugby Capoterra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *