Risultati del weekend 24- 25 marzo 2018

Giornata favorevole ai nostri colori: torna finalmente alla vittoria la prima squadra, vincono le tre Under 14 e la Under 16 élite, sconfitta la Under 18, belle esperienze per Under 6, Under 8, Under 10 e Under 12.

Under 6

Il 25 marzo 2018 non è solo la giornata nazionale dell’aragosta e del “Tolkien reading day”. Gli Under 5 e 6 (e soprattutto i loro genitori e accompagnatori) ricorderanno questa giornata come il primo torneo dove, finalmente, non sono incappati in eventi atmosferici quali pioggia, nebbia, gelicidi e cose simili. Gli Under 6 festeggiano il bel tempo ritrovandosi alle 9 puntuali al Campo Curioni, sede dell’AS Rugby Milano per il XXIII Memorial Capuzzoni. Incuranti del cambio dell’ora legale, alle 9.30 sono già a fare riscaldamento con l’allenatore Paulo (non si sa il perché, ma parecchi bambini l’hanno nazionalizzato spagnolo) e alle 9:52, come da tabella, fronteggiano il Piacenza. Già in partenza si sa che il girone dell’AU è il più tosto dei 4, ma quando il gioco si fa duro, si sa, gli AU iniziano a giocare, sapientemente ed energicamente guidati anche da Alessia ed Alberico. La prima partita parte molto bene, e il Piacenza viene battuto 8 a 3. Purtroppo sulla nostra strada però incontriamo il Valpolicella che come stazza sovrasta di parecchio la nostra Under 6. A bordo campo si cercano spiegazioni scientifiche di questo divario e c’è chi scommette sull’esistenza di una pozione magica alla Asterix e Obelix dove evidentemente sono caduti tutti dentro da piccoli. Mentre i genitori cercano di farsi dare il segreto di cotanta salute dagli accompagnatori del Valpolicella, purtroppo i piccoli guerrieri subiscono la loro prima vera sconfitta da ottobre a questa parte. Gli avversari sono nettamente superiori ma la partita viene comunque lottata sino all’ultimo minuto concludendo con un risultato di 5 a 1. Successivamente gli Au fronteggiano il Gispi Prato ritrovando la grinta (7 a 2). Con il sole che ormai sovrasta tutto il campo partono le semifinali e la partita contro il CUS Pavia viene vinta 5 a 1. Durante un’interminabile pausa dove non si capisce contro chi debba giocare chi, la fame e la stanchezza si fanno sentire, e una caramella gigante che passeggia a lato campo non aiuta. Dopo circa mezz’ora vengono date le ultime partite: gli AU rincontrano l’AS Rugby per il 5 e 6 posto. È una partita molto … ma molto combattuta e purtroppo per un punto gli AU perdono il 5 posto. La giornata finisce con un buon terzo tempo e con la felicità del primo posto dell’Under 5! Eh sì, perché alle 11 ha iniziato a giocare la squadra Under 5 che ha nettamente condotto la partita contro l’AS Rugby Milano e le altre sfidanti. I piccoletti hanno dimostrato che anche senza i più “grandi” possono fare delle buone partite, prendendosi il loro spazio in campo. Purtroppo il Memorial Capuzzoni non prevede la loro premiazione anche se si è festeggiato l’inizio di questo mini torneo proprio come il “primo torneo Under 5” della stagione. Nessun problema: la Under 5 festeggia assieme ai compagni della 6 e tra un bicchiere di prosecco e una fetta di salame la giornata finisce in allegria. (Monica Ossi).   Qui le foto (di Francesca Pizzigrilli Buffardi e Alessandro Puglisi).

Under 8

Torneo Guardamiglio:
Colpa di primavera e cambio ora prima partita persa con punteggio “un po’ a poco” poi il risveglio e 3 partite consecutive vinte per “tanto a poco” dai nostri AU U8. Uno dei nostri “7” giocatori prestato ad un avversario che ha avuto un infortunato ha dato il valore tecnico del torneo dichiarando a fine di tutto “però che difficile giocare contro gli AU”. In un memorial senza classifica ci siamo portati via una bella giornata di sport con placcaggi belli, passaggi bellissimi, fantastiche mete e un super sostegno di squadra oltre ad una coppettina che non guasta mai. Forza AU

Guardamiglio

XIII TORNEO MEMORIAL CAPUZZONI 25 Marzo 2018

Siamo ospiti della ASR Milano per prendere parte alla XIII edizione del torneo Memorial Capuzzoni appuntamento immancabile della stagione rugbistica invernale organizzato anche quest’anno in modo impeccabile dalla società meneghina. Quest’anno trova spazio all’interno dell’evento la prima edizione degli “Amici del Capu”, un torneo nel torneo dedicato alle categorie U7 ed U9, segnale importante a dimostrazione della grande crescita che in questi ultimi anni sta avendo il movimento giovanile rugbistico. I nostri U7 si ritrovano alle 9:00 al centro sportivo Saini, splendida struttura polisportiva che si estende per 160 000 m² all’interno del Parco Forlanini. La giornata promette bene, il freddo gelido e la pioggia delle settimane passate sembrano averci dato tregua lasciando presagire una piacevola giornata soleggiata. Il conentramento prevede tre gironi da tre squadre:
Girone A: AS Rugby Miano B, Rugby Varese, CUS Milano Rugby
Girone B: Gispi Rugby Prato, Rugby Parco Sempione, AS Rugby Milano A
Girone C: Amatori Union Milano, CUS Pavia Rugby, AS Rugby Milano C
L’aria è frizzante c’è molta curiosità di vedere come si comporteranno i piccoli U7 al loro primo concentramento nazionale. Li vediamo da lontano stretti intorno a Manuela che li tiene concetrati preparandoli fisicamente e mentalmente all’impegno imminente.
Amatori Union Milano – CUS Pavia Rugby 7-1: finalmente si comincia, abbiamo già incontrato il CUS Pavia nella prima parte della stagione e ricordiamo bene le qualità della squadra pavese alla quale ci siamo arresi nonostate una prova di grande generosità. Oggi però entrambe le squadre giocheranno senza i compagni più grandi impegnati nella categoria dedicata agli U8 e gli equilibri possono essere diversi. I nostri sembrano molto concentrati l’hip hip urrà! Iniziale sembra un ruggito. I primi minuti sono di studio, nessuna delle due squadre riesce a concretizzare la pressione in attacco. Finalmente la prima meta AU sembra rompere gli equilibri, i nostri avversari però si dimostrano attenti e pareggiano velocemente. La meta subita sembra trasformare i nostri che finalmente trovano la chiave di lettura della partita e con determinazione, affiatamento e intesa e chiudono la partita con sei lunghezze di distacco, subendo una sola meta.
Amatori Union Milano – AS Rugby Milano C 8-0: Incontriamo una delle squadre di casa, la tensione è alta, c’è voglia di fare bene e gli sguardi dei nostri piccoli esprimono grande combattività. La partita sembra cominciare dove è finita quella precedente: i nostri sono concentratissimi, vanno in presione su tutti i portatori di palla avversari, ci regalano splendidi placcaggi in avanzamento e soprattutto tanto gioco di squadra. In attacco vediamo tanti passaggi e sostegno; il risultato finale ci premia con merito. Terminiamo il nostro girone al primo posto e ci qualifichiamo al girone delle prime classificate insieme al Gispi Prato e l’AS Rugby Milano B.
Amatori Union Milano – Gispi Rugby Prato 2-3: il gioco si fa duro, la squadra toscana è molto solida e la partita ci vede subire a tratti la loro fisicità. I Gispolotti vanno in doppio vantaggio ma i nostri dimostrano di sapere gestire i momenti di difficoltà rimanendo sempre in partita. Dopo un susseguirsi di ribaltamenti di fronte i nostri riescono finalmente a trovare il pareggio offrendo una prova di grande generosità. Purtroppo la voglia e l’impegno non bastano e anche a causa di qualche episodio poco fortunato ci arrendiamo seppur di una sola lunghezza di fronte ad un avversario comunque ben preparato e meritevole.
Amatori Union Milano – AS Rugby Milano B 0-1: incontriamo nuovamente l’ASR per un posto in finale e solo la vittoria ci permetterebbe di raggiungere il traguardo. Non sarà facile, conosciamo bene il loro valore, la maggior parte di questi piccoli guerrieri la abbiamo incontrata lo scorso anno sempre al Capuzzoni in finale di categoria U6 e nonostante il grande impegno dei nostri fummo sonoramente sconfitti. Siamo curiosi di vedere come a distanza di un anno sono cresciute le due squadre. La partita è bellissima, ci sentiamo proiettati in una dimensione parallela dove in un campo di battaglia si affrontano non più bambini ma piccoli uomini, grandi Guerrieri, due eserciti di combattenti pronti a dare la pelle per vincere la battaglia. L’intensità della partita è altissima, entrambe le formazioni strappano applausi a scena aperta, nessuno vuole mollare un centimetro, i nostri avversari avanzano compatti tenendo egregiamente le linee e coprendo perfettamente gli spazi. I nostri sembrano avere metabolizzato la sconfitta con il Gispi e contengono la pressione avversaria cercando i varchi per ripartire. Ma c’è di più, molto di più: in campo l’aria è magica, davanti ai nostri occhi c’è una squadra che sta andando oltre la partita, in campo non ci sono più soltanto i giocatori ma ci sono fratelli, fratelli di sangue che si cercano, si trovano, soffrono insieme ed insieme si caricano, non vogliono mollare e non molleranno fino all’ultimo minuto. Pagheranno caro l’unico momento di distrazione subendo la meta decisiva, l’unica della partita. L’ASR B vincerà il torneo sconfiggendo il Gispi Prato in finale per 5-2 confermando di essere una squadra di grande valore, I nostri si piazzano terzi. Complimenti e alla prossima!
A noi resta la grande soddisfazione di avere assistito ad uno spettacolo bellissimo, un torneo che ci ha regalato emozioni intense e la consapevolezza che i nostri piccoli stanno percorrendo la strada giusta e che se sapranno fare tesoro di questa esperienza, davanti a loro si preannuncia un futuro promettente pieno di soddisfazioni in campo e, soprattutto, fuori dal campo. Oggi i nostri figli ci hanno regalato un esempio bellissimo, ricordandoci il valore dell’amicizia che va oltre lo sport ma che attraverso questo sport trova una sintesi ed un’espressione meravigliosa. Ci hanno insegnato che l’amicizia non ha colore, età o casacca, che avversari si è in campo ma appena fuori ci si cerca, ci si abbraccia e si continua a giocare insieme. E noi tutti che li seguiamo a bordo campo dobbiamo imparare da loro quando li sosteniamo, li applaudiamo e dimostriamo loro che anche siamo capaci di applaudire anche i nostri avversari e gli arbitri, onorando i valori di questo nobile sport. Grazie di cuore alla nostra U7 che oggi è scesa in campo, un grazie speciale a Manuela che ha saputo tenere i piccoli concentrati e motivati tirando fuori il massimo da loro. Grazie a Marco per la sua capacità di entrare in sintonia con i bimbi come in pochi sanno fare ed infine ad Ale e Sandro, accompagnatori preziosi sempre presenti pronti a sostenere grandi e piccini dimostrando di essere il collante che ci tiene tutti uniti. Il futuro ci sorride!

Qui le foto U7 (di Martina Strano)

Qui le foto U8 (di Giacomo Rossi)

 

Under 10

Cari Amici e sostenitori della U10, siamo arrivati al XXIII torneo Capuzzoni, domenica 25 marzo: il Saini apre le sue porte alle 8,30 per ritrovarci tutti insieme per preparare al meglio il torneo. Mattinata soleggiata, dall’urna escono le nostre avversarie, uguali come per tutte le nostre categorie: Rugby Parabiago, Rugby Valpolicella, Rugby Gispi Prato e Rugby Benetton. Si parte subito con Il Rugby Parabiago, carburiamo lentamente, partita molto equilibrata..finisce con il risultato di 2-2. La seconda partita ci vede incontrare la prima delle due squadre venete, il Rugby Valpolicella, i nostri ragazzi iniziano a lavorare meglio, ma loro sono altrettanto sul pezzo, bella partita che finisce con un altro pareggio, 1-1. Eccoci ad iniziare la prima delle 2 partite più impegnative,con il Gispi Prato, devo dire che qui i ragazzi si sono fatti intimorire di più da quello che si è detto che da quello che si è visto, non ci hanno creduto fino in fondo, la perdiamo per 4 mete a 1. Ultima partita del girone, Benetton Treviso,( che andra’ in finale per il primo e secondo posto, perdendola sul filo di lana con il Valsugana). Li ho osservati durante tutto il girone specie nelle attese per entrare in campo: squadra compatta, sempre uniti, mai un urlo dell’allenatore o accompagnatore per richiamare l’attenzione. Iniziamo l’incontro e con un calcio d’invio fanno subito una meta, i nostri non si perdono d’animo , combattono fin che possono, loro hanno un bel gioco alla mano,veloce e preciso, ma teniamo botta, la perdiamo 4 mete a 0 .  Una mezz’ora di pausa e iniziano le semifinali, incontriamo il Cus Pavia Rugby, partita più leggera, la vinciamo con facilità 8 mete a 2.
Finale per il 13 posto contro RPS, un derby milanese, la rivincita della finale di sabato scorso al torneo Madunina, campo in condizioni ottime, i ragazzi girano bene, forse anche il ricordo dell’ultimo incontro, la portiamo a casa con 6 mete a 2. Finiamo 13 in classifica, non male, Stefano ha visto cosa non funziona e cosa funziona, questo sarà il lavoro da fare nei prossimi allenamenti per preparare al meglio tutti i tornei che avremo nei prossimi 2 mesi.
Un grande applauso e un grazie all’ AS Rugby Milano, organizzatore del torneo, organizzato in modo egregio.
Ora ultimi allenamenti e poi un po’ di vacanza. Buona Pasqua a tutti ( Marino). Qui le foto (di Marino)

Under 12

XXIII Memorial Capuzzoni:
1200 bambini, Categorie Under 6, 8, 10 e 12, 240 partite di rugby: spettacolo in casa di ASR per il XXIII Memorial Capuzzoni, questa la sintesi di una bella giornata di rugby giovanile, con una degna ed entusiasta cornice di pubblico e finalmente un piacevole clima primaverile dopo tanta pioggia e freddo.
Risultati del nostro girone C
Amatori Union Rugby Milano – Rugby Parabiago 3 – 0
Valpolicella Rugby – Amatori Union Milano 3-1
Amatori Union Rugby Milano – Gispi Rugby Prato 0 -2
Amatori Union Rugby Milano – Benetton Treviso 1- 4
CLASSIFICA FINALE GENERALE: 1 Gispi Rugby Prato, 2 Petrarca Rugby, 3 CUS Milano Rugby , 4 Modena Rugby, 5 Rugby Experience School, 6 Benetton Treviso, 7 Asti Rugby Junior , 8 Rugby Livorno, 9 Valpolicella Rugby, 10 Valsugana Rugby , 11 UR Capitolina, 12 Verona Rugby, 13 Amatori Union Rugby Milano, 13 Rugby Parco Sempione, 15 AS Rugby Milano B, 16 AS Rugby Milano A, 17 Rugby Varese, 17 Rugby Parabiago, 19 CUS Pavia Rugby, 19 Lyons Piacenza.
Siamo piazzati in un girone bello tosto, prova ne sia che Gispi Prato ha
vinto il torneo e Benetton Treviso è sesta nella classifica finale. Iniziamo bene vincendo 3 – 0 contro Parabiago. Nelle altre gare non abbiamo sfigurato giocandocele tutte con onore. Il Gispi Prato che si prende il gradino più alto del Memorial Capuzzoni, con noi fa 2 – 0 in un incontro aperto che abbiamo giocato bene e perso per un paio di “amnesie” difensive. Perché oggi a tratti dormivamo sulle fasce coprendo maluccio il campo e questo è stato un difetto palesato a più riprese e che si notava bene dall’alto della
tribuna. Per il resto l’impegno c’è stato ed anche nella salita difensiva, dove negli ultimi tempi siamo stati carenti, oggi è andata meglio. A questi livelli dovremo essere più reattivi nel gioco alla mano, ancora un po’ macchinoso, infatti abbiamo perso troppi palloni per aver ritardato il passaggio in fase di impostazione e di attacco. Qui si dovrà lavorare ancora per competere con avversari agguerriti che pressano alti e non lasciano il tempo di ragionare. La nostra non è certamente una squadra “fisica”, quindi non possiamo affrontare e battere squadre che dispongono di atleti di 90 kg se non aumentiamo i ritmi di gioco e sfruttiamo più spesso e meglio gli scattanti e veloci incursori di cui disponiamo. Ad ogni modo, BRAVI RAGAZZI ! E bravi i nostri tecnici che dopo il pesante e lungo inverno potranno lavorare su un gruppo che ha ampi margini e
possibilità di miglioramento. Complimenti e grazie all’AS Rugby Milano, padrona di casa, per l’organizzazione di questo storico torneo nazionale, con 19 società partecipanti giunte davvero da mezza Italia: dalle province del Veneto al Piemonte, da L’Aquila a Roma, dall’Emilia a Prato a Livorno. Buon Rugby ed arrivederci al prossimo spettacolo! (GS)

Torneo di Abbiategrasso:
AU -Geas Sesto: 1-0
Rugby Como – AU: 3-1
Lainate 2 – AU: 4-2
Finale 5-6 posto
AU -Saints : 4-2
Tutto sommato fino alla partita con Lainate 2era tutto in equilibrio, avendo perso tutte le squadre 1 sola partita, pertanto tale gara è risultata essere determinante per i piazzamenti. Ad ogni modo abbiamo fatto la finale 5-6 posto, forse la prestazione più bella dei nostri ragazzi che hanno accusato questo principio di primavera! Buon rugby. (Stefano)

Under 14

CUS Milano Rugby 1 – Amatori Union Rugby Milano 1               7-49 (mete 1-7)
CUS Milano Rugby 2 – Amatori Union Rugby Milano 2              14-27 (mete 2-4)
Amatori Union Rugby Milano 3 – Iride Cologno Rugby              36-33 (mete 6-5)

AU 1 – Sabato 24 marzo, a Segrate si incontrano due squadre del CUS con due nostre U14, per l’ennesimo derby stagionale. E come accade in tutti i derby che si rispettano, i ragazzi ci tengono a fare bella figura e a vincere, quindi in campo concentrati, mettendo in pratica ciò che durante la settimana si impara. La prima partita vede in campo l’anno piccolo, il “2005”, che ammazza subito la gara. I nostri si dimostrano superiori in ogni zona del campo, nella capacità di interpretare la gara e di avanzare in qualsiasi situazione. Finisce 7-49 per i nostri.

AU 2 – Secondo incontro, l’anno grande (2004) si ritrova davanti una formazione determinata, vogliosa di avere la meglio sui nostri. Infatti i padroni di casa passano subito in vantaggio, i nostri reagiscono e finiscono in vantaggio per 5-12 il primo tempo, due mete contro una. All’inizio del secondo tempo i padroni di casa passano in vantaggio con una meta trasformata, ma da questo momento comincia l’assedio dei nostri nella metà campo avversaria. Assedio sterile fino a metà tempo, quando si decide di andare a punti con un calcio in mezzo ai pali che ci porta avanti, dopo di che tutto diventa più facile, due mete dei ragazzi fissano il risultato sul 14-27. Attacchi tambureggianti, sulla verticale, avanzamento continuo, questo ha messo in crisi i nostri avversari che nel secondo tempo hanno ceduto. Bravi ragazzi!

AU 3 – Tra AU e Iride Cologno è stata una partita schizoferenica: ha giocato una squadra per volta. Sia nel primo che nel secondo tempo i primi 15 minuti sono stati dominati dall’Iride Cologno. A metà tempo l’AU reagiva e si spegnevano gli ospiti. La partita è risultata quindi combattuta solo durante questi capovolgimenti di fronte, lasciando ad entrambi i contendenti quel rammarico di non essere riusciti a dare di più. Il risultato di 36 – 33 dimostra comunque che la partita è stata sempre viva e ricca di emozioni.

Under 16

Girone élite: Amatori Union Rugby Milano – ASR Milano 38-5 (mete 6-1)

Il campionato Under 16 élite prevede per questa giornata il derby: AU vs ASR. La classifica direbbe di un confronto testa-coda, ma il derby è il derby. La partita è sicuramente sentita da entrambe le squadre. L’inizio è “strano”: calcio d’inizio per ASR, facciamo un avanti, poi un fallo. ASR va in touche, organizza un’ottima maul, e fa meta. Torniamo a centrocampo, e solo ora inizia la nostra partita. Giochiamo un po’di belle azioni, penetrazioni e off-load. Quando facciamo viaggiare velocemente il pallone fino alle ali ci troviamo in superiorità, e andiamo in meta, per tre volte. Nel primo tempo ASR si avvicina alla linea dei 22 una sola volta, ma non concretizza. Il primo tempo si chiude 24-5. Il secondo tempo inizia con un po’ di sostituzioni. La partita ora è equilibrata. Entrambe le squadre fanno un po’ di errori. Non concretizziamo quanto potremmo, anche perché ASR ha un’ottima organizzazione in touche. Andiamo in meta due volte. Continuano le sostituzioni, ora per infortuni. La partita si innervosisce. L’arbitro non ne ha il controllo, “bisticciando” si arriva al fischio finale La partita finisce 38-5. Ora la pausa pasquale, e poi due partite per chiudere il campionato.    Qui le foto di Francesco Spagnolo, qui e qui le foto di Max Lazzerini.
W65A4655

W65A4808 W65A4679 W65A4818

26165967517_9567bf12d1_o

Under 18

Rugby Bergamo – Amatori Union Rugby Milano 63-12 (mete 10-2)

Da tempo ripetiamo che questo gruppo ha ben altre qualità rispetto ai risultati che ogni domenica rimedia sul campo: il problema è tutto e solo nella testa, cioè nella scarsa convinzione che i ragazzi hanno dei loro mezzi e del loro potenziale. Non guardiamo la classifica: ormai non ha più nessuna importanza. Ma non è mai troppo tardi per rialzare la testa e recuperare, con un po’ di orgoglio, la voglia di battersi all’altezza degli avversari: e, soprattutto, all’altezza delle proprie capacità.

Seniores

Serie B: Amatori Union Rugby Milano – Rugby Sondrio 14-13 (mete 2-2)
Ed ecco finalmente, dopo tante delusioni, la terza vittoria in campionato: vittoria stretta e con un po’ di affanno, d’accordo, ma oggi contava solo vincere, e questo i nostri ragazzi hanno fatto, resistendo con orgoglio al ritorno dei valtellinesi. D’altra parte, senza voler nulla togliere al valore degli ospiti, per quello che si è visto in campo i nostri meritavano indiscutibilmente di vincere: solo le consuete ingenuità hanno permesso agli avversari di riportarsi sotto nel punteggio, dopo che un perentorio 14-0 nei primi venticinque minuti sembrava preludere a un successo molto più netto. I ragazzi in nero, bianco e giallo hanno lungamente dominato in tutte le fasi di gioco, inclusa la mischia – dove il nostro pack non era mai stato fin qui tanto autorevole – anche se la superiorità non si è adeguatamente concretizzata sul tabellone, restituendo speranze e respiro ad avversari più abili nello sfruttare gli altrui errori. La vittoria era indispensabile per interrompere un circolo vizioso di depressione e sfiducia nei propri mezzi: come ha giustamente sottolineato Michael a fine partita, la vittoria di oggi non è un traguardo, ma un nuovo punto di partenza per un finale di campionato all’altezza delle qualità e del potenziale di questo gruppo. E allora avanti così ragazzi! Qui e qui le foto di Max Lazzerini.

W65A5288 W65A5269

W65A5338

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *