25 febbraio 2018, il maltempo disturba ma non ferma i piccoli grandi rugbisti al Torneo Bracco Amatori Union, e nemmeno le mamme rugbiste a Cogoleto

Anche questa volta siamo riusciti ad azzeccare le giornate più brutte della stagione. Era già successo in autunno quando abbiamo fatto giocare i bambini nell’unico fine settimana di diluvio, e ci siamo ripetuti in inverno, azzeccando la domenica più fredda della stagione.
Gli staff U.6 e U.8 si sono anche scherzosamente rimbalzati aggettivi di portatori di jella……  Ovviamente il nevischio ha condizionato sia le presenze/assenze in parte compensati dalla discesa in campo della quinta squadra U.8 di Amatori Union, e tutto lo svolgimento delle gare, che sono state accorciate e alcune annullate, e gli stessi risultati agonistici sicuramente non indicativi delle reali capacità acquisite.
D’altro canto come espresso anticipatamente alle società ospiti, non erano quelle le attese, non volendo infatti enfatizzare i risultati agonistici, per mantenere al contrario un sobrio atteggiamento rivolto più profondamente al comportamento di sportività.
Tutto sommato alla fine i bambini hanno giocato un buon numero di minuti, e la giornata non è stata buttata.
Affidati i due premi fair play ai bambini più meritevoli per atteggiamento sportivo (che non citiamo nominalmente in questa sede per questioni di privacy, ma sono uno di Pavia e uno di Como), ma ci piace raccontare che uno dei due ha depositato nelle mani del proprio allenatore il dentino appena perso per tornare in campo all’istante. Più sportivo di così…..

Alla fine il terzo tempo nel nuovo “palAU” ha riscaldato stomaco e articolazioni di tutti.

Torneo Bracco

Under 6

Amatori Union oggi presenti con 3 squadre per il torneo Crespi “We Play the Future” disputato in casa. Come ogni torneo al Crespi che si rispetti, il clima non è clemente e arrivati al campo sembra di essere arrivati ad un torneo ad Oslo. Invece è solamente via Valvassori Peroni. Inizia a nevischiare ed il vento gelido arrossisce le guance di tutti gli Under 6 che scendono in campo con grinta. L’attenzione non è al risultato (tutti hanno giocato bene, chi con le prime mete stagionali chi facendo sostegno ai compagni) ma al non trasformarsi in pezzetti di ghiaccio. Il freddo si fa sentire sia in campo che sugli spalti e concludere il torneo diventa un’impresa epica. Nei momenti di pausa gli accompagnatori e gli allenatori si occupano di mantenere caldi i bimbi con coperte, corsette e tè caldo. Alcune squadre disertano per il troppo freddo, ma gli AU resistono e con il sorriso e saltelli anti-freddo riescono a concludere anche l’ultima partita-derby. Per la prima volta ospitiamo altre squadre nella nuova tensostruttura che con questo clima pare un castello agli occhi dei piccoli guerrieri. La pasta calda viene servita e consumata immediatamente e tra gli applausi vengono consegnati anche i premi di Fair Play per i migliori giocatori sul campo. Gli adulti si confortano con dei panini alle salamelle degne di masterchef e vin brulé caldo. Insomma, qualche squadra è mancata e c’è chi giura di aver visto dei pinguini arrivare con caschetto e tacchetti in campo, ma è stata comunque sia una mattina di rugby ed è proprio nelle intemperie che, come si suol dire, l’unione fa la forza!! (Monica)

Under 8

Qui le foto

Under 14

Monza 2 – Amatori Union Rugby Milano 2        66-10      qui le foto di Marco Bertossi

Morositas e Ladies

Il generale Inverno non ferma le nostre mamme: Morositas e Ladies al torneo di Cogoleto contro la violenza. il resoconto di una delle Morositas.

Le Morositas arrivano al campo del Cogoleto intorpidite dal freddo gelido, nevica e tira vento. Ansia a mille..farfalle allo stomaco..agitazione.. per fortuna ci pensa il coach Morosi che entra nello spogliatoio per tranquillizzarci un po’. Siamo qui a Cogoleto per il nostro primo vero torneo, le squadre che partecipano sono 7, di cui ben 2 di Amatori Union arrivate da Milano: Lady Lovers e Morositas (cugine di sangue), poi le Iene (Novara), Mammesaure (Bergamo), Tacco13 (Cernusco sul Naviglio), Patatose / Orchidee (Padova e Recco) e naturalmente Cogoleto. Si fanno due gironi uno da tre e uno da quattro: per fortuna capitiamo in quello da tre.. ecco che iniziamo… La prima partita, ma prima ancora l’inno Nazionale, che emozione! Tutte strette strette (e non solo per il freddo) con la mano sul cuore e cantare a squarciagola.. WOW..Morositas contro le Iene … cominciamo, loro sono belle agguerrite, noi non entriamo subito in partita, sarà la tensione ma prendiamo subito una meta.  Ma non ci facciamo abbattere fanno fatica anche loro e andiamo a pareggiare.. poi purtroppo per una nostra incomprensione prendiamo un’altra meta.. finisce la partita 2 a 1 per le Iene. La seconda partita giochiamo con le Mammesaure. Il coach decide di schierare solo piloni e come sappiamo i piloni non sanno correre, prendiamo una meta, facciamo cambi veloci e faticosamente pareggiamo .. ma la strada è lunga e faticosa loro sono brave: perdiamo 3 a 1. Un po’ di riposo al caldo ed arriva la terza partita che disputiamo contro le Tacco13. Iniziamo un po’ più agguerrite e sicure con una Tizzi asfaltatrice e andiamo a vincere 3 a 1 .. il torneo finisce tra l’ammirazione generale per non aver ceduto al freddo polare; ci piazziamo quinte, subito prima delle nostre cugine Ladies che hanno dovuto giocare nel girone lungo .. e tra abbracci complimenti e qualche lacrimuccia andiamo a gustarci il famigerato terzo tempo. Un’ esperienza bellissima, da ripetere di sicuro, magari quando fa più caldo però 🙂

28279055_10213173435787707_2847007065906514013_n 28576812_2056562037909166_5520161286118950164_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *