Saluto a Silvio Tassi

Con dolore abbiamo appreso la notizia della prematura scomparsa di Silvio Tassi,  grande giocatore dell’Amatori Rugby, che molti di noi hanno anche di recente incontrato sulle tribune del Crespi, in occasione delle partite della nostra prima squadra. Ai suoi familiari e ai suoi compagni di squadra, tra cui alcuni nostri allenatori, vanno il cordoglio e l’abbraccio di tutta la famiglia Amatori Union.

Di seguito un ricordo di Simone Merlo.

Saluto a Silvio Tassi
Silvio ci ha lasciato troppo presto, ma lui è così: fuori dagli schemi, imprevedibile. Addio compagno di tante battaglie, per lo più vinte, possiamo dirlo con orgoglio. Eravamo forti, di quella forza che nasce dall’amicizia tra compagni di squadra, ci si conosceva a fondo, dentro e fuori dal campo. Silvio è la punta dell’iceberg del vivaio della Amatori Rugby Milano, come me e come altri ragazzi, in quegli anni ’90 in cui la prima squadra vinceva scudetti e faceva record ancora imbattuti. In quella squadra c’erano campioni assoluti provenienti da tutta Italia e dall’estero, che giocavano con Silvio; e poi c’eravamo noi. Pierino Tassi, il papà di Silvio, giocava anch’egli nell’Amatori, anni prima: la passione per il rugby si custodisce e si tramanda di padre in figlio. Noi eravamo cresciuti sotto le cure di leggendari allenatori “milanesi” e non avevamo paura di giocare contro nessuno. Silvio era un leader silenzioso, leale, generoso. In campo si sacrificava per gli altri ed aveva il rispetto di compagni ed avversari. Vederlo giocare era uno spettacolo. Meritava la nazionale più di altri, che invece ci giocarono. Giocava con il fisico: era potente e veloce, ma giocava soprattutto con il cuore, quel cuore che qualche anno dopo lo avrebbe tradito portandocelo via. Ora me lo immagino camminare verso il paradiso col sorriso sulle labbra e con la borsa degli allenamenti in spalla. Arrivederci Silvio, parte di noi. A presto campione.

Ps: al funerale c’erano anche diversi avversari incontrati negli anni: io credo volessero assicurarsi di persona di aver finito di prendere botte …

13 thoughts on “Saluto a Silvio Tassi

  1. CIAO SILVIO!
    Abbiamo giocato insieme un paio d’anni nelle giovanili dell’Amatori Cus Milano. Un periodo che mi portero’ nel cuore tutta la vita.
    Avevo 16, 17 anni, quel gruppo me lo ricordo bene e tu Silvio spiccavi per essere sempre nell’occhio del ciclone, con la tua forza e la tua generosità.
    È stato un onore giocare con te!
    Ludo o Schizzo

  2. Silvio, vecchio collega alla Five Viaggi
    Un ragazzone con un cervello invidiabile ed un cuore grande così
    porterò per sempre con me il ricordo di un ragazzo fantastico

  3. L’ho saputo solo oggi e la notizia mi ha sconvolta….
    Ciao Silvio, bello, dolce e riservato come poche persone che ho incontrato … è stato bello conoscerti e lavorare con te.
    Sorridi come hai sempre fatto … buon viaggio !!
    Francesca Batta

  4. Lo conoscito come cliente e devo dire che una persona così non è facile trovare una persona senza pregiudizi capace di ascoltare mai giudicante e soprattutto una persona che sapeva riconoscere il lavoro degli altri Ciao Silvio mi mancherai.

  5. Ovunque si sente parlare del Tassi, tutti ne parlano con il cuore Grande Amico, Grande Uomo, Grande compagno di 1000 avventure….
    Chi ha avuto il piacere di conoscerti e averti come Amico sa cosa non si è perso, come ti hanno ricordato in tanti grande compagno di vita…
    Ciao GUERRIERO sarai sempre con Noi nei nostri Cuori !!!
    Andrea

  6. Onestà, correttezza e gentilezza e non lo dico perché Silvio Tassi non è più tra noi, ma era proprio così.
    Avevo solo rapporti di lavoro, ma la notizia mi ha lasciato di sasso. Persone così non dovrebbero mai lasciarci, ma il destino degli uomini è anche quello di morire, su questo non si può fare nulla e siamo d’accordo. Così presto però no!
    E’ veramente difficile accettarlo.
    Qualcuno un giorno ci dovrà spiegare il perché si genera tutto questo dolore e sofferenza.
    E ci dovrà spiegare anche perché questo accade alle persone buone, mentre spesso chi produce del male, gode di ottima salute senza pene.
    Questo è tutto ciò che mi aspetto di sapere.
    Ciao Silvio, un giorno o l’altro ci rincontreremo tutti.

  7. Con notevole ritardo abbiamo appreso della prematura scomparsa di Silvio e siamo tutti sconvolti.
    Da tanti anni non vediamo Stefania e vorremmo unirci al suo dolore.
    Stefania, se hai piacere, puoi lasciarmi il tuo recapito?
    Siamo tutti vicini a te con quel grande affetto che ha unito sempre le nostre famiglie.
    A presto.
    Il mio cell. 335 1004857
    La mia email elisabetta@mucedola.it

  8. Ti ho amato con tutto il cuore, ci siamo amati con tutto il cuore.
    Vorrei trovare Stefania per parlarle del mio dolore ma non so come fare.
    Meraviglioso campione di vita e d’amore.

  9. Mi ricordo come fosse ieri, quando andavamo a correre al parco, nel mezzo delle pause dei tuoi allenamenti. Mi doppiavi ogni volta, mi prendevi in giro, tu rugbista e io calciatore..sono passati 30 anni , ma il ricordo è così vivo che sembra ieri, sento l’odore dell’erba, il sudore, lo sforzo per riuscire a stare al passo.
    Non doveva andare così

  10. Ho saputo solo ora della scomparsa di Silvio,la notizia mi addolora tantissimo e mi offuscando la mente
    Come hanno già detto caro Silvio,eri una PERSONA VERAMENTE SPECIALE,averti conosciuto mi fa sentire privilegiata

  11. Mi chiamo Diego, ero istruttore nella palestra che lui frequentava, mi manca la sua sincera amicizia. 348/4900900

Rispondi a Marco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *