Da Topolino a torneo dei Puffi: cambia il nome, non la magìa (6-7/05/2017)

Al torneo noto, fino all’anno scorso, come Topolino, e oggi ribattezzato “Torneo dei Puffi”, le nostre squadre ottengono ancora splendidi risultati (qui potete  scaricare i risultati e le classifiche di tutte le categorie). Ma soprattutto, i nostri piccoli rugbisti vivono un’esperienza che resterà indelebile nella loro memoria, perché si può ben dire che nella due giorni di Treviso il rugby italiano vive la più bella delle sue vittorie: la gioia di tanti piccoli grandi rugbisti è il futuro del rugby italiano. Dalla penna dei nostri cronisti sul campo, particolarmente ispirati, l’appassionante racconto della partecipazione delle nostre squadre a questo magico torneo!

 

Under 6

39° Trofeo Mini Rugby “CITTA’ DI TREVISO” – 6/7 Maggio 2017

Dopo mesi di attesa, carichi di aspettative per quello che viene considerato l’evento (mini) rugbistico dell’anno, siamo pronti per partire alla volta di Treviso.
L’addio della partnership tra la Disney e lo sport giovanile italiano, giustificato da motivi di sicurezza legati al terrorismo internazionale, non è riuscito ad intaccare lo spirito della manifestazione che, giunta quest’anno alla sua 39° edizione, abbandona il nome storico di Trofeo Topolino per rinascere come Trofeo Città di Treviso.
I numeri dell’evento sono da capogiro: più di 400 squadre (Under 6, 8, 10, 12 e 14) in rappresentanza delle società di tutta Italia e con molte compagini provenienti dall’estero. Migliaia di bambini che, con il seguito di genitori e tifosi, portano i numeri degli spettatori della manifestazione a toccare oltre quota 15000.
Le squadre si affronteranno per due giorni nelle sedi di Treviso (U6, U8, U10), Casale sul Sile (U12), Silea (U12), Paese e Villorba (U14).
Il grande giorno è finalmente arrivato!
IL RADUNO
Venerdì 5 Maggio ore 14:00: il raduno è in Piazza Monte Titano dietro la stazione di Lambrate. Amatori Union parte con quattro pullman, dove prendono posto le rappresentanze delle squadre U6, U8, U10, U12, U14 per un totale di circa 160 persone tra giocatori, allenatori, accompagnatori, genitori e tifosi.
Si respira l’aria delle grandi occasioni e Paolo, Marco, Ale&Ale ci aspettano con pazienza pronti a prendere in consegna la squadra che si accomoda in fondo al pullman insieme ai ragazzi dell’Under 14. I genitori salutano la prole e si dispongono in testa al pullman. Si Parte!
IL VIAGGIO
U6 e U14 cominciano a socializzare e noi preferiamo non sapere cosa viene tramandato ai più piccoli … Tra cori irripetibili e riti segreti di spogliatoio…
Paolo catechizza la squadra e comincia a prepararla mentalmente all’impegno dei prossimi giorni.
Non sappiamo bene cosa abbia raccontato ai ragazzi, lo vediamo da lontano circondato dai suoi piccoli uomini parlare con aria solenne … Si narra che traendo ispirazione dai grandi classici abbia cantato ai piccoli le gesta del prode Ulisse impegnato nel periglioso viaggio di ritorno ad Itaca … passando poi per le ‘Guerre Puniche’ ed il ‘De Bello Gallico’.
Non sapremo mai come sono andate veramente le cose, ma vediamo i ragazzi motivati e felici di stare insieme e questo ci basta!
L’ARRIVO
Arrivati a destinazione, riceviamo istruzioni sulla serata: il programma è pensato per mettere la squadra al centro delle attenzioni e farla stare insieme il più possibile. Gli orari vanno rispettati con precisione, il pargolo va consegnato in orario per la cena e verrà restituito alle famiglie in tempo per andare a letto presto. Ci raggiungono nella serata anche le famiglie che non sono potute venire in pullman e finalmente siamo tutti riuniti!
Ringraziamo allenatori ed accompagnatori e finalmente anche noi genitori, piacevolmente liberi, iniziamo a prepararci opportunamente per l’evento.
Per dovere di cronaca è opportuno riportare che ci siamo perfettamente ambientati, facendo nostri gli usi ed i costumi tipici dei supporters di questo bellissimo sport … I dettagli sul resto della serata, tuttavia, è più opportuno che appartengano ai racconti della tradizione popolare e che vengano tramandati ai posteri rigorosamente in forma orale.
IL TORNEO – GIORNO UNO
Sveglia presto! Alle 6:20 le creature sono strappate dai loro letti, e con loro anche i genitori festanti… Colazione con la squadra e poi sul pullman insieme alle squadre U8 e U10: direzione la Ghirada. Noi genitori guadagniamo quindici preziosi minuti e ci uniamo al pullman della squadra U14 impegnata presso un’altra struttura più tardi nella mattina.
L’arrivo alla Ghirada non ci lascia indifferenti, siamo nella terra del Rugby Italiano, casa della Benetton Treviso, e si vede: la struttura è bellissima, immersa nel verde con campi in erba che si perdono a vista d’occhio e tutto intorno, come funghi, i tantissimi tendoni del terzo tempo di tutte le società iscritte.
L’U6 conta 70 squadre divise in 10 gironi da 7, i nostri pargoli saranno impegnati in 6 incontri da 7 minuti per guadagnarsi la gloria e l’accesso alle semifinali. Ottenere un piazzamento oggi significa assicurarsi un posto nelle parti alte della classifica.
Amatori Union partecipa con due compagini: Paolo ha lavorato intensamente per presentare due squadre equilibrate ed unite che permettano a tutti i bimbi di esprimersi, divertirsi e sentirsi parte di qualcosa di grande. Il lavoro di quest’anno è stato incentrato proprio su questo … non si lascia nessuno indietro!
I risultati sono secondari, alla fine della prima giornata comunque le nostre squadre si piazzano al 3° e 4° posto dei loro gironi giocandosi la possibilità di piazzarsi fra le prime 20 e 40 squadre del torneo! Non male davvero!
RISULTATI – GIORNO UNO
Amatori Union A:
Formazione: Marco Protti, Sergio La Russa, Gabriele Vegna, Andrea Magri, Tommaso Puglisi (T-Rex), Matteo Cannas, Valentino Meroni
Amatori Union A – Rugby Verona Junior 0-6. Ci capita subito la bestia nera del girone … I nostri fanno vedere belle cose, l’idea del gioco c’è, l’intensità e la grinta anche ma non bastano, la formazione scaligera ha un altro passo e ci rifila un pesante 6-0. ASFALTATI
Amatori Union A – Cittadella 4-2. Adesso serve capire di che pasta siamo fatti e se la sconfitta all’esordio ha intaccato il morale della squadra. Abbiamo già incontrato e sconfitto il Cittadella al nazionale di Reggio Emilia. La squadra veneta ha voglia di riscatto e gioca un rugby aggressivo e determinato potendo contare su piccoli giocatori di grande livello. Purtroppo per loro dovranno aspettare la prossima occasione per rifarsi perché trovano una squadra concentrata e per nulla demoralizzata. CARATTERE
Amatori Union A – Scaligera Valeggio 10-2. E’ il turno della Scaligera Valeggio ed i nostri sembrano aver definitivamente rotto gli indugi esprimendo un gioco corale dove emergono le intese e lo spirito di squadra. Il risultato parla da solo 10-2 per gli Amatori Union. CONSACRAZIONE
Amatori Union A – Querce/Formiche Pesaro 5-4. Partiamo bene ma soffriamo un po’ più del dovuto, alla fine però riusciamo ad imporci di misura per 5-4. REMUNTADA
Amatori Union A – Monselice 2-3. Ora non possiamo sbagliare, in palio c’è il secondo posto nel girone. La partita è tiratissima, partiamo in vantaggio ma veniamo rimontati per due volte… la stanchezza di fine mattinata probabilmente inizia a farsi sentire e subiamo l’ultima meta in un momento di disattenzione decisamente evitabile… Peccato. LACRIME DI COCCODRILLO
Amatori Union A – Conegliano 6-3. Dopo essersi rifocillati e riposati siamo pronti per affrontare l’ultimo avversario per il terzo posto nel girone. I nostri non vogliono mollare e giocano con cuore e attenzione; il risultato li premia ed il terzo posto è in cassaforte. La delegazione Veneta però rimarrà impressa nei nostri cuori soprattutto per la splendida accoglienza presso i loro tendoni nel terzo tempo, dove abbiamo gustato con piacere le prelibatezze locali accompagnate da un ottimo prosecco! CONDIVISIONE
Amatori Union B:
Formazione: Federico Buffardi, Niccolò Ciaccheri, Giovanni Di Filippo, Samuel Coronini (Sportello), Manuel Fedeli, Thomas Arcia
Amatori Union B – Rugby Perugia 1-6. La squadra è alla nostra portata ma i nostri non riescono ad entrare in partita soffrendo un avversario ben organizzato e collaudato. La sconfitta è pesante. SVEGLIA RAGAZZI!
Amatori Union B – Cittadella B 4-0. Vinciamo a tavolino la seconda partita per il ritiro della seconda squadra del Cittadella. A CAVAL DONATO …
Amatori Union B – Valdobbiadene 8-3. Segnali di ripresa ma legati più a spunti individuali che ad un gioco di squadra organizzato. Il risultato comunque ci premia, avanti così! FORZA E CORAGGIO
Amatori Union B – Venezia Mestre San Marco 1-5. Il girone è ancora aperto ma non possiamo regalare nulla se vogliamo puntare alle zone alte. Purtroppo però concediamo troppi cali di concentrazione e qualche scontro duro mette alla prova alcune certezze… sconfitti; questa non ci voleva. BATOSTA
Amatori Union B – Rugby Casale A 9-1. Non dobbiamo mollare, serve una reazione che per fortuna non tarda ad arrivare. I ragazzi riescono ad imporsi con un ampio 9-1. MONTAGNE RUSSE
GEAS Sesto San Giovanni – Amatori Union B 7-2. Pausa pranzo e via! Questa è la più tosta e fare risultato sarà un’impresa. Li abbiamo incontrati al torneo di San Donato e ci siamo arresi dopo un’eroica resistenza. L’impegno e la voglia non mancano si vede anche un buon gioco ma bisogna ammettere che gli amici del Sesto sono davvero forti ed i nostri sono costretti a cedere ancora le armi. SOGNO INFRANTO
IL TORNEO – GIORNO DUE
Si riparte! Guadagniamo miracolosamente un’ora di sonno in più: le partite oggi iniziano più tardi.
Così come il primo giorno, la squadra prende congedo dai genitori per la colazione e parte per i campi insieme alle altre compagini AU. Noi genitori siamo per lo più reduci da una serata assolutamente in linea con quella precedente e, in uno stato di ebbrezza pressoché costante e diffusa, prendiamo posto nel pullman intonando cori da stadio pronti ad affrontare un’altra intensa giornata di tifo e terzo tempo.
Il cielo è nuvoloso, la sera precedente ha piovuto lasciando i campi bagnati e le previsioni danno precipitazioni moderate. Di certo oggi non mancherà un elemento di indiscusso fascino rugbistico: il fango!
La cosa non ci scoraggia, ci sentiamo forti, lo spirito della festa si è impossessato di noi… O forse si tratta del prosecco… In ogni caso ci sentiamo pronti a fronteggiare qualsiasi avversità.
Oggi ci confrontiamo in due gironi da 5 squadre per giocarci i piazzamenti dal 21 al 30 posto (Amatori Union A) e dal 31 al 40 posto (Amatori Union B); possiamo e vogliamo ancora dire la nostra!
Le emozioni sono forti ed i nostri lottano fino alla fine con il cuore e con la testa dando battaglia e onorando la maglia senza mollare mai anche di fronte ad avversari più grossi e preparati. I risultati finali ci vedono piazzati al 25° e 31° posto … Bravi tutti, missione compiuta!
RISULTATI – GIORNO DUE
AMATORI UNION A
Amatori Union A – Rugby Lainate A 4-3
Belluno Rugby – Amatori Union A 6-1
Amatori Union A – Jesolo Rugby 4-2
Asolo – Amatori Union A 5-0
Partiamo bene contro il Lainate vincendo una partita molto combattuta ma sbattiamo contro il Belluno e, nonostante una prestazione convincente, ci arrendiamo di fronte alla fisicità dei nostri avversari.
Splendida la prova contro Jesolo Rugby, dove non concediamo nulla esprimendo un gran gioco di squadra che fa esaltare tutti i supporters. L’ultima partita è molto dura: l’Asolo Rugby è bene organizzato e ci mette il fisico, i nostri ne risentono e incassano più di un colpo proibito. Lasciamo il campo sconfitti ma solo nel risultato, la determinazione, la lotta ed il coraggio non sono certo mancati. Sudato e meritato arriva il 25° posto… GLADIATORI
AMATORI UNION B
Amatori Union B – Amatori Verbania Rugby 7-0
Amatori Union B – Benetton Rugby B 8-0
Amatori Union B – Rugby Paese Junior 7-1
Amatori Union B – Union Rugby Udine 6-1
Oggi è tutta un’altra storia! La squadra scende in campo fin da subito con un altro passo, negli occhi dei ragazzi vediamo una luce che ieri non c’era. La squadra gira ed i risultati si vedono subito: Verbania, Benetton B, Paese B e Udine … una dopo l’altra le nostre avversarie sono costrette a cedere il passo con risultati severi. Concediamo solo due mete in quattro partite e ne realizziamo 28! 31° posto assicurato… AFFAMATI
IL TERZO TEMPO
Sotto l’attenta e impeccabile regia di Maruscka ci presentiamo con un tendone allestito di tutto punto carico di provviste per tutti i gusti: dagli insaccati alla focaccia, dai prodotti dell’orto alle sfoglie salate … Per concludere: dolci fatti in casa e frutta assortita. Una menzione a parte va fatta alla scorta importante di birre e prosecco, pronta alla bisogna nel caso si rendesse necessario dissetare un regimento… Qualche analcolico e cassa d’acqua, per finire, comprati per decenza.
È qui che i genitori hanno dato il meglio di se lanciandosi al saccheggio sfrenato tra una partita e l’altra non facendosi mai mancare l’occasione per alzare i calici e brindare.
Se il nostro tendone, da una parte, si è fatto sicuramente rispettare, dall’altra, non si può non riconoscere l’incredibile spettacolo offerto da alcune fra le tifoserie ospiti, orgogliose di celebrare i prodotti più gustosi della tradizione locale. La porchetta di circa un metro e mezzo di lunghezza che circolava tra i tendoni trasportata su un carretto cerimoniale quasi in processione per il culto dei presenti, resterà a lungo impressa nelle nostre memorie … E nelle nostre pance!
IL RITORNO
Dopo due giorni dai ritmi serratissimi, stanche le membra e devastati i fegati, facciamo finalmente ritorno a casa, arricchiti da un’esperienza che ha fatto divertire e crescere tutti: bambini e genitori.
Abbiamo scoperto di essere un gruppo che sa divertirsi insieme e lo fa con piacere.
Come ciliegina sulla torta riceviamo sul pullman la bellissima notizia che la prima squadra ha vinto l’ultima di campionato guadagnandosi la promozione in serie B! … E allora tutti di nuovo in campo, il Crespi questa volta, ad accogliere i ragazzi e far loro sentire la nostra vicinanza! … E, perché no, trovare un’altra occasione per brindare in compagnia!
PER FINIRE…
Abbiamo visto i nostri bambini diventare uomini e noi adulti ritornare bambini…
Li abbiamo visti combattere come guerrieri, sostenersi a vicenda, prendere colpi duri e a volte scorretti senza mai mollare; li abbiamo visti cadere, piangere e rialzarsi pronti a ributtarsi nella mischia di fronte ad avversari spesso molto più grandi di loro. Hanno affrontato le loro paure e nei loro occhi abbiamo trovato la determinazione di chi non si arrende e la gioia di chi lo fa divertendosi.
I loro sorrisi ci gratificano, le loro gesta risvegliano emozioni sopite e travolgenti, il loro coraggio ci ispira rendendoci orgogliosi e consapevoli del meraviglioso percorso di crescita che stanno affrontando.
Grazie AU, grazie ancora Paolo, Alessia, Marco, Alessandro, Alessandro e Maruscka, perché questi sono i risultati di una squadra che ha saputo fare della diversità un valore e lo ha saputo mettere al servizio della crescita dei nostri bambini. Continuiamo così!
W il Rugby! (Francesco Vegna)                         qui le foto

Tifo Ghirada Maglie tifosi

Under 8

Carissimi U8,
Eccoci arrivati al torneo dei tornei, quello più sentito da parte di tutti,
L’Under 8 si presenta a Treviso con 2 squadre, io seguo la squadra b condotta dal Kaiser Franz.
Sabato mattina sveglia all’alba, arriviamo al centro sportivo Ghirada, in orario per poter fare le cose con calma.
Veniamo inseriti nel girone d13 con:
Artena Rugby Red Blu “B”
Rugby Experience School “C”
Piave Rugby
Ore 9 .00 si parte, la prima partita scivola via in tranquillità , i ragazzi fanno 10 mete a 0 al Rugby Artena, queste ci serviranno per la classifica finale del girone.
La seconda partita la giochiamo alle ore 10 contro il Piave Rugby, una partita un po’ più impegnativa, loro hanno il n 20 che sembra un U12, fa tutto lui, i nostri non credono fino in fondo alle proprie capacità e finiamo con un pareggio 4-4.
Ultima partita del girone mattutino si gioca alle 10.20, i ragazzi sono un po’ demoralizzati, entrano in campo svogliati , senza mordente, incontriamo il Rugby Experience School che ci rifila 4 mete, ma con i richiami di Kaiser Franz, riusciamo a mettere a segno 2 mete.
Finiamo secondi in classifica, grazie alla differenza mete.
Un lungo terzo tempo dove i ragazzi , dopo il pranzo sono lasciati ai genitori, liberi di scorrazzare in giro per il villaggio preparato sapientemente dagli organizzatori.
Ore 14 adunata agli ordini di Kaiser Franz , ci comunicano le squadre del girone:
AS Rugby Milano “A”
Mogliano Rugby “B”
Querce Rugby Imola
Eccoci qui , la prima partita un bel derby milanese, Kaiser Franz prepara i ragazzi, motivandoli nel migliore dei modi, entrano in campo più decisi e consapevoli delle loro capacità e forze, partita combattuta , ma purtroppo la perdiamo 4- 3 , facciamo i complimenti ai nostri cugini che hanno meritato la vittoria.
Dopo un sorso d’acqua, il Kaiser dall’alto della sua esperienza con i bimbi, inizia un lavoro sulle testoline dei nostri atleti, piano piano li vediamo cambiare, da atleti a piccoli gladiatori.
Seconda partita, contro il Mogliano “b”, il lavoro del motivatore inizia a fare effetto, 9 gladiatori, placcano, pressano si sostengono tra loro, ai cambi si danno il 5 , si fanno forza tra loro, passiamo con risultato netto 4-0.
Ultima partita della giornata, incontriamo i ragazzi del Rugby Querce, i nostri ormai trasformati in gladiatori, fanno un’ ottima partita, vinciamo 5-0, questo ci permette di arrivare secondi nella classifica del girone e l’indomani mattina di poter giocare per il 36°-42°posto in classifica generale.
Stanchi ma felici torniamo in albergo a riposare, con in mente bene le parole e le storie del Kaiser Franz.
Domenica mattina ore 9.00. Terreno in buone condizioni, anche dopo la copiosa acqua scesa nella notte, ci vengono dati i nominativi delle squadre che incontreremo,
Checco Camposampiero Rugby
Benetton Rugby “B”
Amatori Napoli “A”
Si parte alle ore 9,30 contro Benetton “b”, ed ecco ritornare in scena il motivatore, li carica a pallettoni, li stringe a sé in un unico abbraccio, li cazzia e li coccola , il bastone e la carota….
I nostri gladiatori entrano in campo incarogniti, alla vista delle divise del Benetton, scatenano l’inferno, girano a mille, placcaggio , sostegno, pressione portiamo a casa una grande vittoria 3-1 , questa vittoria ci servirà per continuare il cammino senza sbavature.
I ragazzi escono dal campo più grandi di 30 cm, consapevoli che se ascoltano e mettono in pratica quello che il motivatore dice, sanno fare bene.
Alle ore 10,30 eccoci a quella che per me è la partita delle partite: Amatori Napoli “a”, si gioca ad altissimo livello da ambo le parti, placcaggi sostegno pressione, tutte due le squadre giocano alla grande, partita corretta loro attaccano molto, ma i nostri sanno che in casa non si entra, al massimo rompi solo il vetro della finestra, facciamo una meta, ma subito dopo i ragazzi dell’Amatori Napoli rispondono alla nostra meta, ma sudandola tanto; ultima azione si parte a spron battuto, come dicono i professionisti pick and go……i nostri gladiatori trovano la meta nello spazio che non c’e’…..grandiiiiii!
Festeggiamo come se avessimo vinto il torneo…complimenti , abbracci tra le due squadre….i nostri gladiatori non stanno più nella pelle….sanno di avere fatto una grande partita….il motivatore elogia tutti i suoi ragazzi. Ma non è finita…. Manca l’ultima partita…
L’organizzatore, sposta le due partite prima della nostra ultima su altri campi, rientriamo subito in campo contro il Checco Camposampiero, prima 2 parole del grande Kaiser Franz, si parte, loro molto fisici, ma i nostri scoprono l’astuzia, giocano più compatti, la partita è molto più maschia, prendiamo anche un cambio per gioco pericoloso, ma i nostri gladiatori per nulla intimoriti, fanno il diavolo a 4 difendono alla grande, attaccano in velocità come il morso di un serpente….riusciamo a portare a casa una grande vittoria per 3 mete a 2. Primi nel girone e 36° posto nella classifica generale.
Per concludere in bellezza, sulla via del ritorno a Milano, veniamo informati della vittoria della nostra squadra Seniores contro il Varese, meritandoci il passaggio in serie B, giornata memorabile per la nostra società..
Un grazie a tutti, staff tecnico accompagnatori genitori per il supporto e per il bellissimo torneo, un grande grazie ai nostri ragazzi che si sono fatti valere, e permettetemi un grande grazie, mio personale al Kaiser Franz compagno di avventure da tre anni….sei un grande!!!!!
Ora via agli ultimi appuntamenti in calendario e poi tutti in vacanzaaaa….. (M.M.)

qui le foto (di Francesco Torregrossa)

 

Under 10

IL NOSTRO TOPOLINO (U10-B)

MANCA IL PATE’ DELLA PAOLA MARIOTTINI!
No patè … No topolino!
Panico e sconforto tra la folla.
Improvvisamente gli organizzatori trovano una soluzione: “Da qui in avanti non potrà più chiamarsi Topolino ma Torneo della Città di Treviso”.
Tutti fanno un sospiro di sollievo e la situazione rientra in pochi minuti. Il torneo può finalmente iniziare 3…2…1… Via! NOOOOOOOOOOOOO! Stop! Stop! Stop!
Manca lo zaino del Tama, ma super Winx è sempre pronto ed arruolato Cicci va prontamente in albergo … a Villorba!!! Con tanta gioia nel cuore, recupero lo zaino in cambio di birra, salame, figurina di Ruud Gullit e un Morellino di Scansano … quasi in tempo per la prima partita di mio figlio … Alè …
Drinnn “No … Cavolo mia moglie al telefono … ”
” Amore … (e già la odio!) non è che per caso riusciresti a fare un salto alla Conad con Cicci per recuperare 4 confezioni di acqua per i bambini?” … Conad o divorzio …. Conad o divorzio ….Conad o divorzio ….Conad o divorzio ….Conad o divorzio ……. CONAD … gioia elevata alla gioia … Gioia al quadrato … 
Corsa micidiale. Arriviamo al campo … e purtroppo mancano solo 2 minuti alla fine della prima partita, siamo più sudati noi dei bimbi, triplice fischio … e la constatazione che fino a quel momento ho fatto 350 km per andare alla Conad e vedere le faccine tristi dei nostri bimbi per la prima partita andata male! Mannaggia!
Ma non tutto è perduto ed ora possiamo iniziare seriamente!
2 squadre A&U Under 10 e ben 105 squadre agguerrite da affrontare! Forza!
Azione confusa, mischia, mischia dura, non vedo la palla, forse fallo … mannaggia subiamo una meta … ma i nostri torelli lottano fino allo stremo delle forze! Fischio … peccato la seconda partita viene persa per 2-0, ma non importa hanno giocato magnificamente e sono comunque molto contenti! Intanto una mamma, dal campo adiacente, urla “arbitro non è fallo!” mentre la sua vicina si domanda, guardando la divisa di una delle squadre, “ma il marrone sta bene con l’azzurro?” …. non si capacita di come a suo figlio possa piacere questo accostamento di colori della propria maglia!
Ultima partita … combattuta, fantastica e conclusa con un bel 1-1.
Arriva il verdetto del primo girone … terzi! Va bene ed i nostri torelli sono ancora più motivati di prima, nel prossimo, ci dicono arriveremo primi!
La pausa scorre velocemente, i bambini arrivano entusiasti dal pranzo e giocano tenendosi impegnati.
Finalmente si ricomincia e … mantengono la promessa! Primi nel girone del pomeriggio!
A questo punto sono sempre più agguerriti e dopo una bellissima serata trascorsa insieme, dove non perdono un colpo e non fanno notare la loro stanchezza (gli adulti sono stremati invece), la mattina sono pronti all’alba per affrontare l’ultimo girone.
La prima partita è entusiasmante! Lottano come veri professionisti e portano a casa la prima vincita 1-0 conto il Selvazzano squadra B. A questo punto sono gasatissimi e la seconda ed ultima partita contro il Selvazzano squadra A viene conclusa con un magnifico 3-1.
Per festeggiare i nostri guerrieri serve a questo punto una bella birra media e una montagna di salame! (Winx e Nina)

Ecco anche la cronaca della squadra U10-A!

ORE 9:10: inizia l’avventura della U10 squadra A (forse A per confondere gli avversari visto che i nostri sono tutti o quasi del 2008).
La levataccia però per essere alle 6:20 a colazione incide parecchio e neanche “il trucca-atleti” di Alessandro e gli incitamenti di Federico e Loris li risvegliano: le partite della mattina si chiudono con delle sonore sconfitte che ci vedono ultimi del nostro girone.
I nostri U10-A vanno a pranzo un po’ demoralizzati, ma basta solo promettere un gelato a fine delle partite (che tra l’altro stanno ancora aspettando vero?) che tornano in campo con una grinta e schemi di gioco entusiasmanti.
Tutti e tre gli incontri ci vedono vittoriosi e i nostri U10-A conquistano la testa del girone e contagiano di una gioia incontenibile anche i genitori al seguito e gli accompagnatori che per l’entusiasmo messo in campo si ritrovano afoni a fine giornata.
La domenica “ce la giochiamo” : la prima vinta contro il Sondalo (5-4)la seconda e la terza perse con onore e bel gioco contro il Lecco B (3-2) e i cugini del CUS Milano A (5-1).
Tirando le somme i nostri U10-A hanno dimostrato che ancora devono crescere come U10 ma che con impegno e spirito di squadra i risultati non tarderanno ad arrivare: FORZA RAGAZZI!! (Uba)

 

Under 12

Casale sul Sile, 6 e 7 maggio 2017.
La Portaerei Amatori Union Under 12 lascia la sua scia profonda anche nel mare grande del Rugby Veneto giunto alla 39^ edizione del Trofeo Città di Treviso, ex Topolino.
I nostri giovani rugbisti dopo una lunga serie di partite, tra gironi eliminatori e girone finale, giocate ad alti livelli, dando spettacolo e distribuendo emozioni a non finire, solo alla fine cedono con onore alla Valsugana Rugby Junior “B”, conquistando un secondo posto che conferma la qualità e lo spessore tecnico raggiunto dalla nostra Under 12 delle meraviglie.
Ma andiamo per ordine.
AU si presenta al “Città di Treviso” con due squadre: AU”A” e AU”B”.
Questa cronaca riguarda la formazione  AU”B” da me seguita sul campo.
Sabato 6 maggio, cielo coperto, temperatura ottimale e terreno erboso ottimo. La prima fase ci vede impegnati nel corso dell’intera mattinata insieme ad altre quattro formazioni, nel girone eliminatorio denominato L7. Questi i risultati:
AU”B”-Scuola Rugby Vendramin “A” 2-0
AU”B”-Cus Genova “A” 7-0
AU”B”-Mogliano Rugby “B” 4-1
AU”B”-Pontedera Bellaria Rugby 8-0.
Come inizio non male: ventuno mete fatte, una subita, qualche rischio nella prima gara affrontata con le gambe ancora un po’ molli e poi un crescendo nelle successive tre, che i nostri hanno giocato con buona concentrazione e discreto gioco di squadra. A parte le due con Cus Genova e Bellaria abbastanza agevoli, bella ed intensa la partita con Mogliano Rugby “B”, giocata a viso aperto da entrambe, con fasi di gioco spettacolari e divertenti per il folto pubblico. Al termine gran complimenti e fair play reciproci.
Domenica mattina 7 maggio il cielo è plumbeo ed il terreno scivoloso dopo una notte di pioggia. Girone finale in buona compagnia: Modena”A”, Villorba”A”, Valsugana”A”. Risultati:
AU”B”-Modena “A” 0-0
AU”B”-Valsugana “A” 7-0
AU”B”-Villorba “A” 8-0
La partita con Modena è stata entusiasmante perché, come già successo in questa stagione, queste due compagini quando si affrontano è come se giocassero la partita della vita. Ne scaturiscono sempre incontri mozzafiato per intensità di gioco ed elevato tasso tecnico. Termina 0-0 ma che bellezza!
Entrambe concedono poco campo, il gioco è veloce, fluido, raggruppamenti da brivido, le due squadre spingono forsennatamente. È una battaglia, ogni centimetro di campo una conquista e nessuno vuole mollare. Non c’è un vincitore ma vincono tutti questi ragazzi che onorano la prestigiosa manifestazione con uno spettacolo pirotecnico. Questo risultato comporta una serie di combinazioni che rendono l’esito del girone incerto e la sfida avvincente. Quando affrontiamo l’ultima partita del girone finale, Modena ha un notevole vantaggio su di noi nella differenza mete. Sappiamo che per accedere alla finale dobbiamo battere Villorba almeno per 8 a 0, sennò a casa.
Modena ha vinto con Villorba per 3 a 0 dopo una gara combattuta. Quindi serve l’impresa. E qui la Under 12 Amatori Union Rugby delle meraviglie compie l’ennesima magia stagionale. Una partita pazzesca. I nostri spuntano da tutte le parti, raccolgono palloni veloci li fanno girare ad un ritmo frenetico ma con precisione chirurgica e grazia da equilibristi.
Spingono senza sosta, disorientano un avversario che, anche se tosto, non riesce proprio a contenerli. Le mete, una dopo l’altra, con aritmetica cadenza aumentano minuto dopo minuto alimentate da un gioco bellissimo, preciso, senza una minima sbavatura. I nostri sono su tutti i palloni, sembrano 24 e non 12. Sono costantemente in attacco, si gioca solo nella metà campo di Villorba. Finisce 8 a 0 ed è un’esultanza incontenibile che coinvolge tutti. Serviva l’impresa ed impresa è stata.
Dopo questa memorabile esibizione i ragazzi hanno speso una enorme quantità di energie, fisiche e mentali. La nostra Under che ha deliziato ed impressionato tutti durante l’arco della manifestazione, affronta alla fine una oramai abituale e scomoda conoscenza: Valsugana Padova “B”. Sono stremati i nostri ma ancora lottano come leoni. Stefano dirà più tardi che non avrebbe potuto chiedere di più ai suoi ragazzi. Finisce 5 a 1 per Valsugana.
Al termine del torneo le belle parole di un raggiante ed emozionato Stefano Bertocchi rivolte a tutto il copioso gruppo di atleti, allenatori, accompagnatori e supporters/genitori, hanno certificato nel migliore dei modi questa magnifica spedizione in terra veneta. Una menzione particolare per i nostri tecnici Federico, Pierluigi, Vittorio e tutti coloro che hanno contribuito alla crescita eccellente dei ragazzi.
La Portaerei Amatori Union Rugby si congeda dalla 39^ edizione del Trofeo Città di Treviso 2017 consapevole di aver lasciato il segno nell’Albo d’Oro ed in tutti noi che abbiamo avuto la fortuna di assistere alle imprese dei nostri piccoli grandi eroi.
Domenica 7 Maggio giornata memorabile per la Amatori Union Rugby che in contemporanea festeggia a Varese la promozione in serie B della prima squadra.
Al rientro da Treviso e da Varese gran festa con i grandi e piccoli campioni allo Stadio Crespi.
Vi invito a prendere visione delle immagini video del Torneo disponibili presso Roberto, vedi WhatsApp “U12 c’è tutto sul sito”, vi assicuro che ne vale la pena!
Gran rugby a tutti! ( GS)

Le foto qui e qui (immagini di Marco Bertossi)

U12 a

 

U12 b

 

 

One thought on “Da Topolino a torneo dei Puffi: cambia il nome, non la magìa (6-7/05/2017)

  1. Massima invidia per non avere potuto partecipare a questa grande festa. Ma anche grande felicità nel leggere come è andata dal resoconto appassionato dei presenti. Complimenti a tutti e sempre vanti così. Forza AU!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *